Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:15 METEO:FIRENZE13°18°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 21 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Centrodestra, il vertice tra Berlusconi, Meloni e Salvini a Villa Grande

Attualità mercoledì 26 maggio 2021 ore 18:42

​Sgombero finito, via le tende e riapre la strada

Foto di Antonella Bundu

La trattativa avviata con gli occupanti si è conclusa con l’accoglienza temporanea di una sessantina di persone, tra cui anche persone fragili



FIRENZE — L’operazione di sgombero dell’immobile di via Baracca iniziata ieri mattina intorno alle 8 e 30, è terminato oggi pomeriggio quando la mediazione tra Direzione dei Servizi sociali, forze dell’ordine e fuoriusciti si è conclusa portando all’accoglienza temporanea, tra ieri e oggi, di una sessantina di persone, tra cui persone fragili.

“Ringrazio la Direzione Servizi sociali del Comune - ha detto l’assessore a Welfare Sara Funaro -, che con gli assistenti sociali sono intervenuti in via Baracca, trattando le varie situazioni personali per garantire l’accoglienza ai soggetti che, ad una prima analisi, sono apparsi i più fragili e offrire un’accoglienza temporanea alle persone la cui situazione personale è in fase di prossima valutazione”. “Grazie anche a Questura, Prefettura, Polizia di Stato, Carabinieri, Vigili del fuoco e Polizia municipale - ha continuato Funaro - per il servizio che hanno svolto e per aver condotto questa operazione tutt’altro che semplice con grande professionalità. Vorrei ringraziare per la collaborazione anche le cooperative sociali Il Girasole e Di Vittorio, oltre alla Caritas. Tutti i soggetti coinvolti hanno dimostrato grande impegno nell’intervento e anche questa volta le operazioni di sgombero sono avvenute all’insegna della collaborazione istituzionale”.

Il prefetto di Firenze Alessandra Guidi ha espresso apprezzamento per la conclusione dell'operazione che è stata avviata dopo le decisioni assunte nel corso del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza tenutosi il 5 Maggio scorso “Voglio esprimere il mio più sentito apprezzamento e ringraziamento alle Forze di polizia - ha dichiarato il prefetto Guidi - per l’intenso lavoro svolto in questi due giorni con attenzione e sensibilità, che ha consentito di portare a termine le operazioni senza conseguenze per l’ordine e la sicurezza pubblica. Un forte ringraziamento va anche al Comune di Firenze, che ha attivamente e proficuamente collaborato con disponibilità e competenza, reperendo sistemazioni alloggiative per gli occupanti e tutelando le situazioni di fragilità sociale”. 

Sul posto sono intervenuti i Servizi sociali del Comune, la polizia, i carabinieri e i Vigili del Fuoco. Tra ieri e oggi in via Baracca sono intervenuti oltre 60 agenti della polizia municipale per gestire le operazioni legate alla mobilità, disponendo deviazioni al traffico necessarie nei due giorni per garantire lo sgombero. Operazioni che hanno creato disagi ai cittadini a causa della chiusura di via Baracca, nel tratto compreso tra via Carissimi e piazza Puccini. “Ci scusiamo con i cittadini e i residenti per i disagi di ieri e oggi alla circolazione - ha dichiarato l’assessore Funaro -. L’operazione di sgombero è stata complessa e la chiusura della strada era indispensabile”.

Allo sgombero di via Baracca sono intervenuti i consiglieri comunali Antonella Bundu e Dmitrij Palagi che hanno commentato "Il Comune resta in silenzio, scarica ogni responsabilità e si limita a mitigare le conseguenze, offrendo soluzioni parziali, a meno persone che può e senza nessun orizzonte di medio periodo. Come gruppo consiliare eravamo presenti anche in questa occasione, andata in scena nonostante il blocco degli sfratti di cui le istituzioni si riempiono la bocca. Riteniamo grave che non ci fosse nessun servizio di mediazione e che ancora una volta si sia consumata un'azione con caratteri fortemente repressivi, che nel migliore dei casi "spostano" le questioni, ma più spesso aggravano le situazioni di fragilità".

Il capogruppo di Fratelli d’Italia Alessandro Draghi ed il capogruppo della Lega Firenze Federico Bussolin hanno commentato “La polizia ha sgomberato per la terza volta un edificio occupato all’interno del quale vivevano 40 persone, quasi tutti stranieri irregolari di origine somala. Alcuni di questi - per protesta - hanno bloccato la viabilità della strada sedendosi al centro della carreggiata di un’importante arteria e paralizzando l’intera città. Ecco a voi la “buona politica” portata avanti dalla sinistra: immigrazione incontrollata, degrado e abusivismo. In generale, la soluzione non sono gli sgomberi - sterile e temporaneo palliativo - ma un blocco navale immediato che impedisca ulteriori arrivi. Questo è il risultato ottenuto dal Comune che, non solo offre alloggi e 150 euro di buoni spesa cadauno, ma si fa bloccare anche le strade, permettendo che si creino enormi disagi alla circolazione”.

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Impatto violento tra due automobili. Sul posto personale del 118 e polizia municipale. I residenti hanno segnalato la pericolosità dell'incrocio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Lavoro

Cronaca