Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:FIRENZE10°20°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 28 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Draghi: «Approvata legge di bilancio in Cdm, c'è stato applauso. Soddisfatti del provvedimento»

Attualità martedì 25 maggio 2021 ore 19:21

Sgomberate 50 persone e città bloccata per ore

Foto di Antonella Bundu

La maggioranza degli occupanti ha rifiutato l'accoglienza proposta dal Comune di Firenze. La trattativa è andata avanti per ore senza trovare accordo



FIRENZE — E' iniziato all'alba lo sgombero di un immobile occupato in via Baracca, a Novoli, all'interno sono state trovate circa 50 persone ma sono diventate 70 nel corso della giornata perché altri si sono aggiunti dopo le operazioni di identificazione. Coloro che si sono aggiunti avrebbero complicato le trattative già avviate per lo sgombero. 

Per tutta la giornata sono rimbalzate le immagini delle strade chiuse intorno a piazza Puccini. L'opposizione di sinistra ha chiesto spiegazioni a Palazzo Vecchio per la "assenza di mediatori linguistici" e per l'operazione avviata "nonostante il blocco degli sfratti".

La questura ha reso noto che sul posto non sono stati trovati minori.

"Il Comune di Firenze - recita una nota di Palazzo Vecchio - ha accolto persone fragili (coppie, donne sole) e uomini, questi ultimi in Albergo Popolare (per un totale di circa 15 persone), mentre alle restanti 35 ha offerto un’accoglienza temporanea sempre all’Albergo popolare. E' stato anche proposto, per ogni persona accolta, un contributo per le prime necessità alimentari di 15 buoni spesa da 10 euro ciascuno. Queste ultime però hanno rifiutato. La trattativa per il momento si è conclusa perché gli occupanti pretendevano che venissero accolte 70 persone (numero in continuo aumento, stante l'arrivo sul posto di persone non presenti al momento dello sgombero), ovvero che venisse data accoglienza anche a coloro che non erano all’interno dell’immobile al momento del riconoscimento da parte delle forze dell'ordine, ma che sono arrivati in un secondo momento in via Baracca. Coloro che hanno rifiutato l’accoglienza sono sempre per strada (presenti le forze dell’ordine), ma l’amministrazione comunale continua ad essere a disposizione per offrire soluzioni di accoglienza temporanea nei numeri presenti al momento del riconoscimento".

"I servizi sociali del Comune sono intervenuti in via Baracca trattando le varie situazioni personali per garantire l’accoglienza ai soggetti più fragili - ha detto l'assessore a Welfare Sara Funaro intervenuta nel pomeriggio sul posto -. Anche oggi, come sempre, abbiamo assolto al nostro compito di offrire accoglienza temporanea a chi ha bisogno, ma non accettiamo richieste che vanno oltre ogni logica. Non è pensabile che il Comune dia accoglienza temporanea a chi non era in via Baracca al momento dello sgombero. Noi ci siamo, siamo al fianco dei più fragili, ma diciamo no alle strumentalizzazioni".

I consiglieri comunali Antonella Bundu e Dmitrij Palagi di Sinistra Progetto Comune si sono recati sul posto assieme ai Medici per i Diritti Umani "Lo Stato ordina di togliere un tetto sopra la testa a intere famiglie e il Comune resta in silenzio, scarica ogni responsabilità e si limita a mitigare le conseguenze, offrendo soluzioni parziali, a meno persone che può e senza nessun orizzonte di medio periodo. Come gruppo consiliare eravamo presenti anche in questa occasione, andata in scena nonostante il blocco degli sfratti di cui le istituzioni si riempiono la bocca. Riteniamo grave che non ci fosse nessun servizio di mediazione e che ancora una volta si sia consumata un'azione con caratteri fortemente repressivi, che nel migliore dei casi "spostano" le questioni, ma più spesso aggravano le situazioni di fragilità".

Un Tweet del Comune di Firenze ha segnalato a inizio mattinata "Via Baracca chiusa subito dopo il ponte di piazza Puccini. Deviazioni sul posto". E la situazione è rimasta così per ore.

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il rinnovo automatico riguarda gli stalli nelle zone blu promiscue di Zcs. Ecco fino a quando rimangono validi i permessi e che fare se si cambia casa
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca