Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:50 METEO:FIRENZE16°29°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 04 agosto 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tita e Banti: «Ci siamo conosciuti per caso, orgogliosi di essere la prima medaglia d'oro mista dell'Italia»

Attualità martedì 13 giugno 2017 ore 12:45

Buche e schiena a pezzi, calvario sui bus

Protesta del sindacato Sul per le condizioni del manto stradale in via della Colonna. Gli autisti "costretti a delle vere acrobazie"



FIRENZE — Passano nello stesso punto avanti e indietro più volte nella stessa giornata e ogni volta è lo stesso incubo, un po' per le buche in strada un po' per le sospensioni dei bus che, dicono, sono in molti casi vecchie e malandate. Da qui nasce la protesta degli autisti che, per voce del sindacato Sul, ora chiedono in una nota diretta a Comune, Regione e Ataf, di risolvere il problema del manto stradale di via della Colonna. 

"Abbiamo notato con dispiacere che i lavori ultimamente effettuati in Via della Colonna non hanno migliorato per nulla il fondo stradale e che i 90 giorni di chiusura al traffico della stessa si sono rivelati fondamentalmente inutili sotto questo profilo - si legge nella nota - Le linee 31 - 32 - 6 e 19, percorrono Via della Colonna in entrambi i sensi e poi ci sono le linee 14 e 23 che la percorrono in uscita, verso le periferie della zona sud della città e a noi autisti capita purtroppo di lavorare per un turno intero (7 ore e 25 ‘) su linee che percorrono quella strada, a bordo di vetture ormai vetuste, con le sospensioni ormai alla fine e alle quali non viene fatta la dovuta manutenzione (nonostante le nostre continue segnalazioni) e le nostre schiene a pezzi di certo non ringraziano".

Nella nota si parla anche della "pericolosità oggettiva di percorrere vie dal fondo stradale assai dissestato" con i passeggeri "costretti a reggersi ai sostegni letteralmente abbarbicandosi nonostante la nostra velocità di crociera non superi mai, in quella via, i 10 chilometri orari per ovvie ragioni. A volte si è costretti a delle vere e proprie acrobazie per evitare le buche più profonde e gli avvallamenti creatisi nel manto stradale, che è composto dal pavé, assolutamente inadatto alla mole e al peso del traffico che deve sostenere".

C'è poi anche il problema della svolta a destra da via della Mattonaia per entrare in piazza D'Azeglio che, spiegano ancora gli autisti, è molto pericolosa perché i bus sono "obbligati ad invadere la corsia opposta di chi transita da via Niccolini in direzione di via Leopardi".

Per il Sul è necessario chiedere la risoluzione dei problemi intervenendo sulla modifica del percorso, sull'adeguamento dei tempi e "ultimo ma non ultimo, in attesa che tali misure siano messe in atto, costruzione di turni che non prevedano l'intera durata su linee transitanti da tale zona". 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
È stato denunciato per danneggiamento aggravato l'uomo di 28 anni che ieri in Santa Maria Novella si è reso protagonista del gesto
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Davide Cappannari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

CORONAVIRUS

Attualità