comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:41 METEO:FIRENZE10°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 20 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Segre: «Le parole di Salvini? Sono scaramantica, mi allungano la vita»

Attualità mercoledì 25 novembre 2020 ore 16:10

Rivoluzione del traffico per fare strada al tram

Il conto alla rovescia è quasi scaduto, dopo i saggi archeologici partiranno i primi cantieri per i sottoservizi con le prime inversioni di marcia



FIRENZE — Firenze si prepara ad una nuova rivoluzione del traffico che interesserà l'area tra la Fortezza da Basso e piazza della Libertà. Prima passeranno gli archeologi sul viale Spartaco Lavagnini per saggiare la presenza di resti delle antiche mura abbattute dall'architetto Giuseppe Poggi per la Firenze Capitale d'Italia, poi sarà la volta dei tecnici di Publiacqua che avvieranno lo spostamento dei sottoservizi ad iniziare dalla tubatura che scorre sotto il viale.

Tra la Fortezza da Basso e piazza della Libertà nulla sarà più come adesso, ad iniziare dalla viabilità sui viali che si presenterà ristretta dopo la realizzazione dei binari ma anche la piazza con la curva del tram per l'immissione verso Campo di Marte, verso piazza San Marco ma anche verso piazza Donatello - Beccaria. Sarà un vero snodo del tram.

Le novità, già presenti nel progetto, sono state anticipate negli ultimi giorni dall'assessore Stefano Giorgetti intervenuto a più riprese sul tema.

Tra i grandi stravolgimenti tra Dicembre 2020 e Gennaio 2021 ci saranno le inversioni di marcia ad iniziare da via Lorenzo il Magnifico che sarà l'alternativa al viale e consentirà al traffico della Fortezza di raggiungere piazza della Libertà ma seguiranno cambiamenti anche per l'area di piazza della Libertà in connessione con via Don Minzoni e con il centro storico.

I cantieri veri e propri seguiranno il modello già sperimentato da Giorgetti, partire da punti diversi per poi congiungere i tratti realizzati, in questo caso si partirà agli estremi del viale Lavagnini. 

Se il raccordo con la linea troncata alla Fortezza è chiaro, resta allo studio la staffa di penetrazione verso il centro storico dove al primo ramo Libertà - San Marco si è aggiunta la proposta del sindaco di portare il tram fin sotto Palazzo Medici Riccardi per avvicinarlo al Duomo di Firenze. 

Non è tutto perché il presidente della Commissione Territorio e Infrastrutture Renzo Pampoaloni a Giugno sosteneva "Sarebbe a mio interessante continuare a perseguire la possibilità di realizzare anche la staffa Unità-Cerretani per avvicinare i due capolinea delle tramvie e aumentare l’accessibilità al centro con il Tpl".

Superato l'ostacolo di piazza della Libertà i cantieri saranno appena all'inizio perché il tracciato verso Firenze sud incontrerà le piazze Donatello e Beccaria, lo scavalco dell'Arno tra Bellariva e Gavinana e l'attraversamento dell'area in riva sinistra fino al confine con il Chianti.

Intanto il sindaco Casini a Bagno a Ripoli, al netto del nuovo centro sportivo della Fiorentina, aspetta l'arrivo del tram che dovrà servire anche il nuovo impianto come ha sottolineato durante la presentazione.



Tag
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità