Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:11 METEO:FIRENZE11°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 01 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
L'ultima gara di Federica Pellegrini: primo posto con standing ovation e tuffo con il presidente Malagò

Cronaca sabato 18 settembre 2021 ore 13:12

Ritrovata Madonna con Sant'Anna rubata nel 1985

L'opera trafugata a Pavia è stata rintracciata, recuperata e riconsegnata dai carabinieri del nucleo tutela del patrimonio culturale di Firenze



FIRENZE — Un dipinto ad olio su tela raffigurante una Madonna con il Bambino e Sant’Anna, trafugata da una chiesa alla metà degli anni ’80 è stata ritrovata e riconsegnata dai carabinieri per la tutela del patrimonio culturale di Firenze dove Sant'Anna è copatrona della città assieme a San Giovanni.

I militari hanno recuperato l’opera di un ignoto maestro pavese datata XVII secolo e l'hanno riconsegnata a Pavia al parroco della Chiesa dei Santi Primo e Feliciano martiri.

La cerimonia di restituzione si è tenuta presso la chiesa dei Santi Primo e Feliciano di Pavia , alla presenza del vescovo della Diocesi di Pavia Mons. Corrado Sanguineti, della professoressa Luisa Erba, docente all’Università di Pavia e esperta in Storia dell’Arte riferita alle chiese pavesi, nonché delle locali autorità civili e militari, ove il Capitano Claudio Mauti, comandante del nucleo di Firenze ha restituito il dipinto al parroco don Davide Rustioni.

L’indagine è stata coordinata dalla procura della Repubblica presso il Tribunale di Bologna, ed è scaturita da una verifica, effettuata a Gennaio 2019, sui beni d’arte venduti da privati attraverso siti internet dedicati. 

La comparazione delle immagini degli oggetti in vendita con quelli presenti nella Banca dati dei beni culturali illecitamente sottratti, la più completa banca dati di opere d’arte rubate esistente al mondo, gestita dai carabinieri, ha accertato che l’opera era stata oggetto di furto commesso il tra il 1984 ed il 1985

Il venditore, un 52enne bolognese, al quale l’opera è stata sequestrata, completa di cornice in legno risultata originale, ha spiegato di averla acquistata tra il 2008 ed il 2009 presso un mercatino dell’antiquariato, senza farsi rilasciare alcuna attestazione della lecita provenienza dell’opera. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
A poche ore dal dibattito in Consiglio comunale l'opposizione chiede un tavolo in prefettura per analizzare il fenomeno dei furti sulle auto in sosta
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità