Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:38 METEO:FIRENZE23°38°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 20 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Scontro in diretta tv tra Cecchi Paone e Cremaschi: «Intollerante e fascista»
Scontro in diretta tv tra Cecchi Paone e Cremaschi: «Intollerante e fascista»

Attualità sabato 10 giugno 2023 ore 09:26

Residenza perduta, stressati di turismo e movida

Oggi si chiama gentrificazione ma le proteste dei residenti del centro storico di Firenze hanno radici profonde, al tempo si chiamava spopolamento



FIRENZE — Negli anni '90 contavano i vicini di casa che si trasferivano e le pozze di vomito e urina davanti ai portoni, oggi la chiamano "gentrificazione". Le radici della protesta dei residenti del centro storico di Firenze hanno radici profonde ed il 2023 è solo il punto di arrivo di un processo che ha visto lo spopolamento, così si chiamava all'epoca, di botteghe, negozi di vicinato e soprattutto del vicinato.

L'ultimo episodio della saga del "residente perduto" è andato in scena alle Leopoldine di piazza Tasso dove il Comitato Oltrarno Futuro ha organizzato l'ennesimo incontro sui temi scottanti che tornano d'estate come al mare col pattino.

"Gentrificazione, turismo, movida". Il Comitato spiega di avere promosso l'incontro per "mettere in particolare risalto, tra i temi in discussione, la relazione tra il processo di gentrificazione turistico movidara, che sta aggredendo l'Oltrarno". Un revival.

Ma ci sono anche temi evergreen "il progetto per lo scavo di un parcheggio interrato in Piazza del Cestello, l'invasione in Ztl di auto in sosta selvaggia ed in sosta irregolare abusiva nei posti riservati h24 ai residenti ed altri autorizzati, la collocazione in Oltrarno di un Infopoint turistico". L'infopoint turistico in una zona che da 30 anni chiede di "liberarsi" dai turisti è forse il tema più suggestivo.

Ma anche il parcheggio interrato non scherza. Come spiega il Comitato "Nel Piano operativo comunale si prevede la cementificazione del sottosuolo di Piazza del Cestello, per un parcheggio pubblico interrato meccanizzato da 150 posti auto su 2 piani, per rispondere alle criticità della sosta indotta dalle numerose e crescenti attività della zona, che altro non sono che le attività con licenza di ristorazione e somministrazione". Un rapporto causa - effetto che diventa effetto - causa.

I residenti lo spiegano così "Lo sviluppo di mangifici e movida e relativi effetti collaterali hanno progressivamente trasformato il tessuto sociale ed economico dell'Oltrarno, con evidenti conseguenze per la vivibilità e qualità della vita, contribuendo così ai processi di espulsione della residenza stabile. Da anni gruppi di residenti hanno dato vita progressivamente ad esperienze di Comitati di cittadinanza attiva, con lo scopo di contrastare l'attuale modello di città. E' in questo quadro che ci ha portato alla definizione di ''quartiere più cool del mondo''. Un parcheggio, oggi, nella sua parte pubblica' sarebbe un attrattore di traffico esterno e nella parte pertinenziale sarebbe destinato all'acquisto da parte di residenti con adeguata capacità finanziaria o titolari di 'attività economiche. Una soluzione per pochi".

La soluzione proposta da anni? "Protezione totale della Ztl dal fenomeno della sosta selvaggia e della sosta irregolare abusiva nei posti riservati h24 ai residenti ed altri autorizzati ottenibile solo con la messa a regime di una forma di Ztl No Stop, con porte telematiche attive tutti i giorni dalle ore 6 e 30 alle ore 1 e 30 del giorno successivo. Una soluzione non per pochi, ma a favore di tutti i residenti. Una soluzione sempre negata".

Il Comitato Oltrarno Futuro presenterà una osservazione contro la possibilità di realizzazione di parcheggi pertinenziali interrati a piazza D'Azeglio, Indipendenza, Brunelleschi, Madonna degli Aldobrandini, San Lorenzo, Santa Maria Novella, Ognissanti, Mercato di Sant'Ambrogio. Santa Croce/Via da Verazzano, Piazza Poggi, Piazza Mentana, Piazza dei Giudici, Torrigiani Bardi, Santa Trinita Santo Spirito/Via del Presto di San Martino, Piazza del Carmine, Piazza della Calza (e Scuderie Reali), Piazza Tasso/Viale Pratolini, Piazza dei Nerli, Piazza Verzaia, Piazza dell'Unità italiana.

Antonio Lenoci
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Le fiamme si sono sviluppate a partire da un ufficio, andato completamente distrutto. Locali completamente invasi dai fumi di combustione
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Pierantonio Pardi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Politica