Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:47 METEO:FIRENZE16°26°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
lunedì 03 ottobre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Iran, Khamenei: «Le proteste pianificate dall'America e dal regime sionista»

Attualità lunedì 02 maggio 2022 ore 18:16

Via dall'inferno Mariupol, accoglienza a Mercafir

Mazzeo e Monni alla Mercafir
Il presidente Mazzeo e l'assessore Monni al centro Mercafir

La giovane è arrivata con la mamma tramite un volo coordinato dalla Cross di Pistoia. Ha incontrato assessore e presidente del consiglio regionale



FIRENZE — C'è anche lei al centro di prima accoglienza della Mercafir allestito per i profughi ucraini. Lei che ha negli occhi l'inferno di Mariupol, riuscita a salvarsi dal bombardamento con cui i russi hanno raso al suolo il teatro della città e a raggiungere Firenze con la sua mamma, gravemente ferita, grazie a un volo sanitario coordinato dalla Cross di Pistoia.

A incontrarla oggi sono stati l'assessore regionale a ambiente e protezione civile Monia Monni e il presidente del consiglio regionale Antonio Mazzeo, che si sono recati in visita al centro attivo dal 12 Marzo scorso dalle 8 alle 17. La struttura opera per l’assistenza a quanti fuggono dalla guerra avviata con l'invasione dell'Ucraina da parte delle truppe russe. 

“Oggi abbiamo incontrato una ragazza, che è riuscita a salvarsi dal bombardamento del Teatro di Mariupol. Il suo racconto, ma ancor più il suo sguardo - racconta Monni - ci hanno mostrato sì gli orrori di questa guerra, ma anche la grandissima forza che le ha permesso di salvare, purtroppo, solo parte della sua famiglia e di arrivare fino qua, grazie ad un volo sanitario". 

"In questa enorme tragedia - conclude l'assessore - voglio ringraziare la Cross di Pistoia, che fin dai primi giorni sta salvando moltissime vite dall’inferno della guerra e che ha salvato anche questa ragazza e la sua mamma, gravemente ferita, che sarà curata a Careggi".

"Ho toccato con mano il grande lavoro dei volontari e incontrato molti profughi", racconta Mazzeo. “È giusto quindi continuare ad investire con forza su centri e punti di riferimento per fornire tutte le informazioni necessarie ai profughi ma servirà anche lavorare sul fronte dell’inclusione, augurandosi che la guerra finisca e perché tutto torni presto alla normalità".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il ragazzo soccorso in gravi condizioni è deceduto in ospedale. La procura ha aperto un fascicolo per omicidio colposo. Proclamato sciopero di 24 ore
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità