Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:38 METEO:FIRENZE12°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
lunedì 17 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Scuola, Bianchi: «Vaccino obbligatorio per la tutela di tutti»

Cronaca martedì 27 agosto 2019 ore 14:38

Prende a calci un passante e blocca la tramvia

Il tram è rimasto fermo diversi minuti lungo i binari in attesa dell'intervento dei sanitari e delle forze dell'ordine che hanno operato il fermo



FIRENZE — La linea T1 della tramvia è stata sospesa per quasi un'ora a seguito della presenza di un giovane sui binari. L'uomo ha aggredito un passante prendendolo a calci e causando danni alla sua bicicletta, poi si è fermato al centro dei binari bloccando in questo modo il transito del tram.

L'episodio è avvenuto nella serata di ieri in via Vittorio Emanuele II all'altezza di piazza Dalmazia ed ha avuto come protagonista un marocchino di 33 anni. I sanitari sono intervenuti per prestare soccorso al giovane, trovato in forte stato di agitazione, coadiuvati dagli agenti della polizia. Il ragazzo è stato fermato per interruzione di pubblico servizio, ma anche per resistenza a pubblico ufficiale visto che gli agenti hanno subito lesioni durante il fermo.

L'episodio ha causato il blocco del servizio con la tramvia ferma per oltre mezz'ora intorno alle 22.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un C130-J dell'aeronautica militare partito da Pisa ha trasferito il bambino dalla Sardegna a Firenze in un trasporto sanitario urgente
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Chi mette al centro la persona

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

STOP DEGRADO

Attualità

Attualità

Attualità