Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:50 METEO:FIRENZE10°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 02 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
A Bakhmut, con i soldati ucraini sotto l'attacco dei miliziani russi della Wagner

Attualità lunedì 03 ottobre 2022 ore 19:50

Posto letto 500 euro, non è una città per studenti

La città della cultura cerca un’accoglienza dignitosa e accessibile per gli studenti fuori sede che non possono permettersi studentati a cinque stelle



FIRENZE — La città della cultura non è una città per studenti, un paradosso che Firenze non scopre certo oggi e che anzi ogni autunno presenta il conto. C'è però un grave errore di fondo che si trascina, attribuire il problema al pubblico tralasciando l'aspetto privato del mercato.

Il tema si è ripresentato puntuale in Consiglio comunale dove il consigliere di maggioranza Francesco Pastorelli presentando un question time all'assessore Cecilia Del Re ha commentato "Si parla di 500 euro a posto letto in una stanza singola. Cifre difficili da sostenere per le famiglie".

Insomma gli studentati non bastano, specie se non sono a prezzi popolari, e gli affitti privati risentono da anni il contraccolpo del mercato turistico che ha provocato un forte squilibrio dei tariffari dell'ospitalità. Un rapido calcolo ci permette di ricavare la base di comparazione: 500 euro divisi per 30 sono circa 17 euro a notte. Ma per una notte un turista spende tra i 60 ed i 120 euro, affaccio - colazione e servizi in più o in meno. Perché è sul pernottamento che si basa il tariffario di una città turistica.

Se la comparazione fosse sulla base di un contratto di affitto mensile 4 anni più 4 anni il posto letto da 500 euro si trasformerebbe in un canone da 1.000 - 1.500 euro al mese per una famiglia in camera doppia o doppia più lettino. Un prezzo ritenuto esorbitante e fuori budget negli ultimi anni da parte dei sindacati degli inquilini.

Il problema potrebbe risiedere a monte dell'aspetto meramente economico, nella questione sociale. La rendita, il valore che si ricava dall'esercizio del diritto di proprietà, lo è da sempre. A Firenze lo sanno bene i proprietari dei locali commerciali e con il tempo lo hanno scoperto anche i proprietari degli immobili ad uso abitativo.

Il Comune di Firenze ha risposto per voce dell’assessora Del Re "Il Comune ha partecipato a due bandi per due aree della città: nell’area ex Lupi di Toscana dove è prevista la realizzazione di 114 nuovi alloggi per studenti e nell’area di San Salvi. In quest’ultima l’idea è realizzare sia degli alloggi per studenti che per le persone più anziane in un’ottica di integrazione e convivenza tra generazioni e di mutua assistenza. Bandi che attendono solo il via libera da parte del ministero delle infrastrutture e dell’istruzione. Ad un altro bando, relativo all’edificio di viale Morgagni, ha risposto l’agenzia per il diritto allo studio che così potrà entrare nella gestione di quei posti letto, circa 200, che attualmente sono gestiti da un soggetto privato e ai quali dunque non sono applicabili le graduatorie pubbliche. Inoltre nel nuovo piano operativo verranno inserite delle modifiche relativamente alla realizzazione di convenzioni con soggetti privati per istituire, nei nuovi studentati, una quota parte di posti letto da destinare ai più meritevoli ed i più bisognosi".

Venendo alla sfera del privato misure incentivanti sono legate alle agevolazioni IMU a chi affitta a canone concordato a studenti.
Verso una "spinta nazionale su incentivi fiscali per chi loca a studenti" è anche l'indirizzo politico manifestato dall'amministrazione fiorentina.

Ma il privato cittadino della bella e amata Firenze, per quanto "incentivato" è comunque chiamato ad una scelta personale, ed anche se continua  a sentirsi assolto, sarà pur sempre coinvolto, quale custode della storia se non altro. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un nuovo colpo nel cuore della notte ai danni di una attività commerciale, stavolta a segnalarlo sono stati i Cittadini Attivi di San Jacopino
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Don Andrea Pio Cristiani

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità