Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:00 METEO:FIRENZE21°36°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 20 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tutti condannati per l'omicidio di Desirée

Attualità giovedì 29 aprile 2021 ore 18:35

Centro blindato e nuovi divieti anti-movida

Sono state individuate le zone a rischio sulle quali scatteranno maggiori controlli e nuovi divieti di stazionamento e consumazione di alcolici



FIRENZE — Il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica presieduto dal prefetto Alessandra Guidi si è riunito per studiare le misure contro gli assembramenti ed il sindaco di Firenze, Dario Nardella ha firmato l'ordinanza con i nuovi divieti.

Le aree considerate a rischio: Largo Annigoni, Sant’Ambrogio, Borgo la Croce, Santo Spirito, Piazza Repubblica, via Pellicceria e piazza Strozzi. In queste zone sarà rafforzata la presenza con l’impiego di circa 20 pattuglie di Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia Municipale

La nuova ordinanza firmata dal sindaco per prevenire gli assembramenti e contenere il rischio di contagio del Covid-19 prevede: divieto di stazionamento in piedi nelle tre aree del centro più a rischio assembramento dove ci sarà anche il divieto di consumo di bevande alcoliche, salvo quello effettuato ai tavoli dei locali di ristorazione, nei giorni di venerdì, sabato e domenica dalle ore 16 alle 22. 

“Quello che è successo lo scorso 25 Aprile è grave. Anche oggi nell’area fiorentina abbiamo avuto 300 nuovi casi positivi, è necessario che ognuno di noi faccia la propria parte”.

A partire da domani, venerdì 30 Aprile 2021, nei giorni di venerdì, sabato e domenica, dalle ore 16 alle ore 22, negli spazi pubblici o aperti al pubblico e nei perimetri di tre aree sono previsti nuovi divieti.

Le aree: Piazza Cesare Beccaria (esclusa), Borgo La Croce, Piazza Sant’Ambrogio, Via Pietrapiana, Via Giuseppe Verdi, Via dell’Agnolo, Viale della Giovine Italia (escluso); Piazza S. Spirito, Via dei Michelozzi (tratto da Piazza S. Spirito a Borgo Tegolaio), via del Presto di San Martino (tratto tra Borgo Tegolaio e Via de’ Coverelli), ivi compresi il sagrato e la scalinata antistanti la Basilica di Santo Spirito, per i quali si applica inoltre il più esteso divieto di consumo di cibi e bevande. Piazza Strozzi, Via degli Anselmi, Via dei Sassetti, Piazza dei Davanzati, Via Pellicceria, Piazza di Parte Guelfa, Piazza della Repubblica, Via dei Brunelleschi, Via di Porta Rossa (tratto compreso fra Via Calimala e Via Monalda), Via Calimala (tratto tra Via di Porta Rossa e Piazza della Repubblica), Via dei Lamberti (tratto tra Via Pellicceria e Via Calimala), Via dei Cavalieri, Via San Miniato fra le Torri.

I nuovi divieti

E' disposta una limitazione dell’accesso che comporta il divieto di stazionamento per le persone, salva l’attesa in coda per poter accedere agli esercizi pubblici e agli esercizi commerciali legittimamente aperti, nel rispetto delle distanze minime interpersonali, e salva la presenza al tavolo negli spazi in uso ai servizi di ristorazione. E’ prevista, per le tre aree sopra indicate negli orari 16-22 dei fine settimana, la possibilità di attraversamento soltanto per accedere agli esercizi pubblici e agli esercizi commerciali legittimamente aperti nonché alle abitazioni private e agli uffici pubblici e privati compresi nell’area, e per il deflusso dall’area. E’ inoltre vietato il consumo di bevande alcoliche, salvo quello effettuato al tavolo negli spazi in uso ai servizi di ristorazione. Sul sagrato e sulla scalinata della basilica di Santo Spirito, il divieto di consumo è esteso a cibi e bevande di qualsiasi genere. Infine la vendita di bevande alcoliche da asporto è consentita solo in bottiglia o in lattina chiuse o in altri contenitori chiusi. Se necessario, potranno essere disposte chiusure temporanee della circolazione pedonale, per impedire che un flusso eccessivo di persone determini affollamenti rischiosi per la salute collettiva.

Queste disposizioni si aggiungono a quelle nazionali. La violazione di questi divieti è punita con la sanzione amministrativa pecuniaria da 400 a 1.000 euro.

Per il sagrato della basilica, d’accordo con il prefetto, il sindaco firmerà nei prossimi giorni una seconda ordinanza che prevede, a partire dalla prossima settimana, il divieto di stazionamento h24, salvo in occasione di funzioni religiose e per l’accesso al museo. Inoltre sarà stabilito il divieto di consumare cibi e bevande h24 anche sugli scalini, dove ci potrà sedere ma non si potrà consumare. Questore e comandante della Polizia municipale si sono impegnati a garantire nelle forme più idonee il rispetto anche della prossima ordinanza. Inoltre il Comune di Firenze ha già presentato un progetto sul quale attende il parere della Soprintendenza per una delimitazione fisica di tutto il sagrato al fine di rendere ancora più agevole il controllo dello stesso e scoraggiarne l’occupazione impropria. Il Comune è pronto ad attuare questo dispositivo di delimitazione il 1° di Giugno.

In sede di Comitato per la sicurezza per piazza Santo Spirito sono state concordate misure specifiche al fine di preservare e tutelare la Basilica. Nell’ottica di un rafforzamento della tutela del bene, il Comune di Firenze, d’intesa con la Soprintendenza, attiverà un progetto per delimitare fisicamente gli spazi del sagrato che saranno inibiti all’accesso, salvo il passaggio per la partecipazione alle funzioni religiose e le visite al museo.

In videoconferenza hanno partecipato al Cosp il sindaco Dario Nardella, l’assessore regionale Stefano Ciuoffo, il consigliere della Città Metropolitana Massimo Fratini, il vice sindaco Alessia Bettini, gli assessori Benedetta Albanese, Elisabetta Meucci e Tommaso Sacchi, il questore Filippo Santarelli, il comandante provinciale dei carabinieri Antonio Petti, il comandante provinciale della Guardia di Finanza Fabrizio Nieddu, il Soprintendente Andrea Pessina e il comandante della polizia municipale Giacomo Tinella.

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il ladro ha infilato direttamente le mani nel registratore di cassa, afferrando i contanti. Il gestore ha provato a fermarlo ed è stato colpito
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità