Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:03 METEO:FIRENZE10°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 27 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Di Maio: «Non giochiamo a bruciare i nomi»

Attualità domenica 19 aprile 2020 ore 18:41

Per i figli giardini e centri estivi anti Covid

Elena Bonetti e Dario Nardella

Nuovi spazi chiusi e regolamentati per fronteggiare la ripartenza delle attività nella fase post emergenziale dall'epidemia dovuta al Coronavirus



FIRENZE — Uno dei primi a suonare l'allarme di una crisi familiare sulla cosiddetta Fase 2 dell'emergenza Coronavirus è stato il sindaco del Comune di Firenze, Dario Nardella, che ha inviato a non pensare ad una ripartenza senza considerare la gestione dei figli fino alla riapertura delle scuole. Firenze sarà un laboratorio nazionale per la creazione di spazi pubblici ad accesso contingentato e centri estivi da riorganizzare in base al distanziamento sociale ed alle norme di prevenzione sanitaria, è quanto ha annunciato il primo cittadino in diretta con il  ministro alla Famiglia.

Dario Nardella ne ha parlato con la ministra alle Pari opportunità e Famiglia, Elena Bonetti, che a Marzo aveva già chiesto al governo di garantire il diritto all'attività motoria e ludica ai figli da zero a 18 anni.

Bonetti ha sottolineato "Il Paese sta reggendo grazie ad un asse portante caratterizzato dalle famiglie che si sono sostituite al sistema educativo e stanno facendo fatica. Serve creatività per rispondere con soluzioni concrete ai problemi di oggi, dai congedi parentali e voucher per baby sitter ma le famiglie hanno bisogno di liquidità non una tantum ma un ingresso economico per le spese anche per l'educazione dei figli. Per questo ho proposto estendere l'assegno per i nuovi nati del 2020 a tutti i figli spero almeno fino ai 14 - 18 anni a partire da 80 e fino a 160 euro al mese per ogni figlio in attesa di una misura strutturale che potrebbe arrivare dal 2021 con i Family Act".

"Ma non basta - ha aggiunto il ministro - occorre riorganizzare l'apertura del mondo del lavoro armonizzando i compiti di ciascuno anche sul piano privato per integrarli con i tempi di vita che comprendono anche la cura della famiglia ad esempio alternando la presenza a casa di padri e madri attraverso uno smart working adattato alle esigenze. Abbiamo chiuso le scuole ma con esse anche quelle attività ricreative e di sostegno che erano previste per l'estate. Entro maggio dobbiamo avere chiaro lo scenario, ci sono 35 milioni per enti locali terzo settore e volontariato per consentire attività all'aria aperta ed attrezzare nuove reti di carattere educativo per attività fuori dal contesto familiare".

Infine "Occorre tutelare la salute che per i giovani significa anche l'attività motoria e ricreativa, c'è ad esempio la possibilità di immaginare spazi pubblici che possano essere attrezzati con spazi separati e percorsi ad hoc con distanziamento sociale per educare una nuova generazione di giovani anche in vista della ripartenza della scuola quando dovranno abituarsi a nuovi ritmi e nuove regole. Tra zero e sei anni servono spazi contingentati, in Francia stanno sperimentando questi spazi, vorrei dare linee guida e chiedere alle città di fare da laboratorio". 

Il sindaco Nardella ha concluso "Firenze si rende disponibile, per sperimentare gli spazi estivi ed i centri estivi e per usare gli spazi pubblici con accessi contingentati perché non possiamo immaginare che i bambini siano un compartimento stagno del quale ricordarsi solo alla fine, dopo aver organizzato aperture dei negozi, file ai supermercati e l'accesso ai mezzi pubblici".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Terminata la realizzazione delle travi di fondazione con i pali posizionati in verticale, a seguire la realizzazione dell’armatura per i pilastri
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Cronaca