Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:05 METEO:FIRENZE13°19°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
martedì 18 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Coprifuoco, riaperture e cambi di zone: le novità del nuovo decreto

Attualità lunedì 09 novembre 2020 ore 12:52

Nel '43 sul treno per Auschwitz 8 bimbi fiorentini

Il delegato per la valorizzazione della fiorentinità e delle tradizioni popolari ha ricordato la deportazione degli ebrei del 9 Novembre 1943



FIRENZE — Lia Vitale aveva 1 anno quando partì con un treno per Auschwitz dal Binario 16 della Stazione di Firenze, a ricordarla oggi è stato Mirco Rufilli, consigliere del Comune di Firenze, delegato alla valorizzazione della fiorentinità e delle tradizioni.

"Era il 9 Novembre del 1943 - ha ricordato il consigliere Mirco Rufilli - I tedeschi e i “repubblichini” avevano rastrellato la comunità ebraica di via Farini tre giorni prima e avevano “raccattato” circa 300 persone, tra cui 8 bambini". 

"Arrivarono ad Auschwitz il 14 Novembre e 193 di loro furono immediatamente uccisi nelle camere a gas. Ne tornarono solo 15, 8 uomini e 7 donne. Lia non tornò. Non possiamo dimenticare che tutto questo è accaduto anche qua, nella nostra città, terra di grande cultura e umanesimo. E ogni occasione, come quella di oggi, deve servirci a ricordare quanto l’odio può arrivare lontano, quanto un essere umano può diventare disumano. Perchè la guerra è anche dentro ognuno di noi e come dice il Dalai Lama “Se vogliamo costruire la pace nel mondo, costruiamola in primo luogo dentro ciascuno di noi” ha concluso.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
E' stato denunciato l'occupante abusivo che aveva preso dimora nello stabile comunale nell'acquedotto realizzato ai tempi di Firenze capitale
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità