Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:50 METEO:FIRENZE22°36°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 24 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Samele argento nella sciabola, la dura preparazione per arrivare così in alto

Attualità sabato 11 novembre 2017 ore 11:25

"Musei a numero chiuso? Molto presto"

Antonio Paolucci

Lo ha detto l'ex ministro del Mibact Antonio Paolucci a Palazzo Vecchio: "Contapersone agli ingressi inevitabili per l'aumento dei flussi turistici"



FIRENZE — Se il numero chiuso è per molti una dicitura associata a luoghi come certe facoltà universitarie, presto lo stesso concetto potrebbe essere applicato anche ai luoghi di cultura, in primis musei e monumenti. A spiegare che si tratta di una scelta quasi obbligata per il crescente numero di turisti che ogni giorno si riversano nelle città d'arte e nei siti di interesse culturale è lo storico dell'arte Antonio Paolucci, ex ministro del Mibact, ex direttore dei Musei Vaticani e già sovrintendente a Firenze.

Secondo Paolucci, "non si potrà fare altrimenti. Ci sono diversi luoghi e spazi, in Italia, che sono di fatto attrattori enormi, attirano fiumane di persone in arrivo da tutto il mondo. Al crescere di queste fiumane, ad un certo punto bisognerà necessariamente porre dei limiti: e allora, verranno attivati dei contapersone e quando le persone saranno troppe, dei numeri chiusi", ha detto a margine della consegna del fiorino d'oro al collezionista Detlef Heikamp.

Si tratta ormai, ha detto Paolucci, di una prospettiva a breve termine, destinata ad avverarsi "presto" perché "se è vero che l'industria del turismo di massa è quella che tira di più al mondo e cresce con percentuali altissime anno dopo anno, continuerà con questo trend, il numero chiuso rapidamente diventerà inevitabile". 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Una passeggera senza biglietto ha aggredito la capotreno. Il treno regionale si è fermato dopo essere partito dalla stazione di Santa Maria Novella
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Davide Cappannari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

CORONAVIRUS

Attualità