Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:FIRENZE15°29°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 20 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Zaccagni affitta l'Olimpico e con un rigore svela il sesso del figlio

Attualità giovedì 27 gennaio 2022 ore 12:18

Murale della libertà per rilanciare l'intero rione

L'opera è stata realizzata su una delle pareti di Casa Caciolle. Il dipinto, a cura dell'artista Emilia Petri, rappresenta un corteo festante



FIRENZE — Donne, giovani e uomini sono i protagonisti del murale inaugurato sulle pareti di Casa Caciolle, uno dei centri educativi di Madonnina del Grappa, la storica struttura religiosa con sede a Firenze, tenuta dal direttore don Vincenzo Russo.

L’opera d’arte, a cura di Emilia Petri, di 10 metri di lunghezza, campeggia sulle pareti esterne della struttura (in via Caciolle, 7) come a dare il benvenuto a tutti “uno dei principi - ha spiegato Don Vicenzo Russo - degli insegnamenti di Don Giulio Facibeni portati avanti da don Corso Guicciardini che in modo pionieristico ha posto le basi dell’agire fondato sul concetto di accoglienza e che ha sempre voluto e investito su Casa Caciolle”.

“Attraverso una visione fortemente prospettica che taglia la parete diagonalmente - ha spiegato l’artista Petri - i soggetti del dipinto, eterogenei ed uniti in un corteo festante, si allontanano da una condizione di separazione, marginalità, esclusione e limitazione fisica e di possibilità espressive, comunicative e culturali, per avvicinarsi all’osservatore e renderlo compartecipe di questo percorso di liberazione. In questo tragitto e tramite questa apertura su Casa Caciolle, i soggetti rappresentati vengono abbracciati dalla città, riappropriandosi di uno spazio finalmente condiviso e privo di barriere.”

“E’ una delle tante iniziative - ha spiegato Don Vincenzo Russo - che saranno protagoniste del progetti e programmi futuri di Casa Caciolle”. 

L’opera si inserisce in un programma più ampio di riqualificazione del quartiere e del ruolo di Casa Caciolle a Firenze. Madonnina del Grappa dispone di numerose strutture, nelle quali offre attività e sostegno a coloro che presentano varie forme di disagio e sofferenza, luoghi sicuri in cui le persone in difficoltà riescono a recuperare fiducia, espressione personale, inclusione e integrazione, quindi la possibilità di azione autonoma all’interno di un tessuto sociale.

Casa Caciolle è un complesso edilizio con ampi spazi interni ed un grande parco circoscritto dalle mura. Dal 2008 offre una casa a 10 persone detenute in pena alternativa al carcere, con l'intento di promuovere il loro reinserimento sociale e lavorativo per evitare il rischio di emarginazione e il perpetuarsi della condizione di fragilità che li ha condotti al carcere. Il dipinto murale intende rappresentare, come di fatto sono le attività dell’Istituto, il senso di comunità e libertà che il progetto mette in pratica, oltre le barriere del pregiudizio e delle diseguaglianze sociali ed economiche.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Domani possibili ritardi e cancellazioni. Autolinee Toscane: "La regolarità del servizio dipenderà dal grado di adesione allo sciopero"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità