Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:09 METEO:FIRENZE24°35°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
martedì 28 giugno 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Cade container su una nave al porto di Aqaba: una fuga di gas tossico provoca 13 morti

Lavoro sabato 28 dicembre 2019 ore 16:22

"Mense? Rispettiamo contratto nazionale lavoro"

L'azienda Vivenda Spa è intervenuta dopo la proclamazione dello stato di agitazione dei lavoratori delle mense scolastiche fiorentine



FIRENZE — Questa mattina tre sigle sindacali, Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil hanno proclamato lo stato di agitazione dei 600 lavoratori delle mense scolastiche a Firenze. Per questo motivo Vivenda Spa è intervenuta e vuole replicare a quelle affermazioni "ritenute imprecise e non rispondenti al vero" e che, secondo l'azienda "minano l’impegno della stessa azienda nel garantire l’avvio puntuale del servizio in un clima di reciproco rispetto e collaborazione. Sempre nel pieno rispetto di tutti i lavoratori e del Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro".

I sindacati hanno detto che le ditte vincitrici dell'appalto (oltre a Vivenda Spa c'è anche Dussmann) peggiorerebbero le già precarie condizioni di molti lavoratori. Le tre sigle sindacali hanno anche rivolto un appello al Comune affinché intervenga per tutelare i lavoratori.

"L’amministrazione della Vivenda Spa - hanno scritto invece da una delle due aziende vincitrici della gara - si è dimostrata aperta al dialogo e alle richieste dei lavoratori impegnandosi a riconoscere le stesse condizioni lavorative precedenti, nel rispetto integrale e completo del CCNL. Sono stati garantiti gli stessi livelli occupazionali, le stesse mansioni e gli stessi orari del passato. Inoltre, come segno di maggiore sensibilità, è stato riconosciuto il trattamento integrativo retributivo percepito dagli interessati al cambio appalto, anche laddove superiore all’offerta di gara. Una scelta migliorativa delle condizioni dei lavoratori che la Vivenda Spa ha voluto assicurare per spirito di collaborazione e fiducia fra le parti".

"In merito al pagamento delle festività natalizie, la dirigenza della Vivenda Spa rimane sorpresa di quanto affermato nella nota, avendo recepito pienamente le istanze delle parti. Nonostante il servizio di refezione scolastica inizi il 7 gennaio e, quindi, sia consentito de facto all’azienda di non pagare tali straordinari, l’amministrazione garantisce il riconoscimento delle festività natalizie a tutti quanti" hanno aggiunto.

"Non è rispondente al vero - hanno concluso dall'azienda - anche il passaggio della nota sulla volontà della Vivenda Spa di ampliare i periodi di sospensione del rapporto di lavoro nell'anno. Per quanto riguarda il trattamento economico della malattia, l’azienda di ristorazione collettiva tiene a precisare come la sua posizione sia perfettamente in linea con quanto previsto dal CCNL così come per ogni altro istituto contrattuale. Con la diffusione di questa nota la dirigenza della Vivenda Spa desidera incoraggiare un dialogo equilibrato e costruttivo con sindacati e Comune affinché sia garantito alla cittadinanza un servizio puntuale e di qualità".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il Comune accoglie l'invito dell’Autorità idrica Toscana: stop all'uso dell'acqua potabile per scopi diversi da quelli igienico-domestici
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca