Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:11 METEO:FIRENZE10°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 01 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
L'ultima gara di Federica Pellegrini: primo posto con standing ovation e tuffo con il presidente Malagò

Attualità martedì 06 luglio 2021 ore 09:49

La rinascita dei tavolini e sui social è polemica

L'immagine della piazzetta riqualificata con i tavolini ha fatto scoppiare una nuova polemica sui social. La foto è stata pubblicata dal sindaco



FIRENZE — "Vi ricordate com’era solo qualche anno fa? Ora è un luogo riqualificato..." sono queste le parole che hanno innescato una polemica sui social del sindaco di Firenze, Dario Nardella. L'immagine è quella di piazza dei Tre Re, un piccolo vicolo del centro storico tra piazza della Repubblica e piazza della Signoria.

"Finalmente riapre la piazzetta dei Tre Re. Vi ricordate com’era solo qualche anno fa? Ora è un luogo riqualificato, pieno di verde e tutto da vivere, soprattutto d’estate. Uno spazio di socialità restituito a Firenze!" un post all'apparenza innocuo che invita a ricordare lo stato di degrado in cui versava il vicolo imbrattato e abbandonato ma il riferimento alla riqualificazione legata all'immagine dei tavolini ha toccato un nervo scoperto. Post giusto ma tempi sbagliati, insomma.

Lucia commenta "Uno spazio di socialità restituito a Firenze? Ho letto bene? Sarà uno spazio a pagamento, come tutto? Ridateci le piazze, veri spazi di socialità democratica; degli scorci arruffianati per i selfie non sappiamo che farcene". Enrica "Ma riqualificato per te significa mettere tavolini e far pagare?". Laura "No sindaco, mettere un bar con delle piante dove consumare non è riqualificazione, ci ridia gli spazi della collettività". Simone "Pieno di verde per i fiori sui tavolini e nei vasi. Se c'era una radiolina era un luogo dove si esibiscono artisti internazionali". Martina "Una città pensata a dimensione del turista, che consuma. Restituire Firenze in mano ai fiorentini". C'è anche chi ha apprezzato l'intervento e ha chiesto una copertura per mantenere l'allestimento durante la stagione invernale.

L'effetto del post è stato infatti quello di associare la rinascita della città turistica alla presenza dei tavolini che durante la pandemia sono aumentati e sono oggi presenti in molte strade e piazze. L'immagine dei tavolini è diventata sinonimo di consumazione. Se non si consuma non si vive la città? Abbiamo già affrontato il tema delle consumazioni obbligatorie suscitato dalle segnalazioni dei lettori.

I toni usati per commentare le parole del sindaco sembrano essere un invito a ripensare la città ed i suoi spazi in termini di panchine più che di tavolini.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
A poche ore dal dibattito in Consiglio comunale l'opposizione chiede un tavolo in prefettura per analizzare il fenomeno dei furti sulle auto in sosta
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità