QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 13° 
Domani 10° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 21 novembre 2019

Cronaca lunedì 27 febbraio 2017 ore 15:40

La porta scardinata per pestare a sangue la moglie

Un uomo ha fatto irruzione e ha seminato il panico nell'abitazione dove vive la giovane coniuge con la figlioletta, abbandonate entrambe da tre anni



FIRENZE — L'incubo è durato cinque giorni dopo un silenzio di tre anni. Tanti, infatti, ne erano passati da quando l'autore delle violenze, un 23enne rumeno, aveva abbandonato la moglie, sua connazionale oltre che coetanea. Era andato via subito dopo la nascita della loro bambina per tornarsene in Romania e la giovane era stata costretta a rifugiarsi in un'altra casa.

E' lì che il marito ha rifatto la sua comparsa dopo essere tornato in Italia ai primi del 2017. Di punto in bianco è entrato in casa per andare a stabilirsi di prepotenza nella casa. Lo scorso 25 febbraio e poi nella serata di domenica si sono verificati i due episodi più gravi. In entrambi i casi, dopo aver innescato un litigio, il marito ha preso a schiaffi e pugni la donna colpendola al volto e alle spalle e minacciandola nel caso le fosse balenato per la testa di chiamare le forze dell'ordine per denunciarlo. Dopo la prima aggressione la giovane non ha chiesto aiuto ma ieri, durante l'ennesimo litigio, è scattata la segnalazione dei vicini ai carabinieri. 

Entrati in casa, i militari hanno trovato la porta completamente divelta e piegata verso l'interno della casa, a sua volta messa sottosopra. Insieme ai due coniugi, c'erano la figlioletta di tre anni della coppia e la madre della vittima. In preda all'agitazione e probabilmente anche all'alcol, il ragazzo ha detto di aver buttato giù la porta solo per poter entrare e stare con loro. 

I carabinieri hanno prima di tutto fatto intervenire un'ambulanza del 118 per soccorrere la giovane, in stato di choc e ricoperta di lividi al collo e al volto. Ne avrà per quindici giorni prima di rimettersi: ora si trova a Careggi

Per il marito violento sono scattate le manette ed è finito con l'accusa di maltrattamenti nel carcere di Sollicciano. 



Tag

Quel giorno di 38 anni fa: la sfida tra la Ferrari di Villeneuve e un F 104

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cronaca