Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:25 METEO:FIRENZE10°21°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 07 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Laura Boldrini racconta la sua malattia: «Ho scoperto per caso il tumore: è stata come un'onda anomala che mi ha travolto»

Attualità martedì 04 maggio 2021 ore 16:32

La paura di perdere il bus supera quella del Covid

Salire sull'autobus o aspettare il successivo? L'attesa al tempo del Covid fa discutere ma la maggioranza frena l'opposizione "Tutto sotto controllo"



FIRENZE — "Non sottovalutiamo il problema dell'affollamento sui mezzi pubblici" è l'allarme lanciato dall'opposizione di sinistra a Palazzo Vecchio. La maggioranza ha replicato "Si tratta di episodi isolati. E' tutto sotto controllo". Ma le segnalazioni fanno discutere.

L'oggetto delle segnalazioni è aver trasformato l'attesa alla fermata in una scommessa, salire e trovare una nicchia abbastanza riparata oppure lasciare passare il convoglio mezzo pieno e attendere il successivo? Le App e la geolocalizzazione, infatti, garantiscono l'orario di arrivo del mezzo successivo ma nulla dicono sulla capienza dell'autobus in arrivo che potrebbe essere ugualmente pieno.

I consiglieri comunali  Antonella Bundu e Dmitrij Palagi hanno commentato "A noi continuano ad arrivare foto e segnalazioni di mezzi pieni, ma per il Comune e la Città Metropolitana si tratta di episodi isolati e non situazioni strutturali di affollamento. Noi speriamo che sia effettivamente così e che solo per sfortuna le persone che ci scrivono si ritrovino in situazioni di pericolo per la loro salute". Bundu e Palagi hanno invitato l'amministrazione a monitorare il passaggio della gestione del servizio da Ataf al gestore unico ed hanno poi aggiunto "Riteniamo sbagliato affidarsi unicamente ai comportamenti individuali, magari chiedendo a chi sta andando a lavoro o a scuola di accettare di perdere la propria corsa e arrivare in ritardo, perché non ci sono abbastanza mezzi, o per l'assenza di soluzioni dopo oltre un anno di Covid".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
A spaventare i residenti è la cantierizzazione dei lungarni ma anche l'impatto che la nuova infrastruttura avrà sulla viabilità interna della zona
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Lavoro

Attualità