Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:55 METEO:FIRENZE18°34°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 19 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Ardea, la madre del killer Pignani: «Come si può arrivare a tanta ferocia? Il gesto di mio figlio non può essere giustificato»

Attualità giovedì 04 maggio 2017 ore 12:47

La moschea? Per l'imam è ancora alla Gonzaga

L'imam di Firenze Izzedin Elzir

Intervento di Izzedin Elzir dopo la bufera sull'ipotesi dell'ex caserma per il Ramadan: "Nessuna risposta negativa. Per noi la proposta resta valida"



FIRENZE — L'imam di Firenze Izzedin Elzir è tornato sulla questione della moschea nell'ex caserma Gonzaga al confine tra i Comuni di Scandicci e di Firenze che ha scatenato un putiferio politico in città. "Con il nostro sindaco - ha detto - siamo arrivati a un accordo, per provare la caserma durante il venerdì e il Ramadan: fino ad ora non abbiamo una risposta negativa su questo, per noi la proposta è ancora valida". Per Palazzo Vecchio, infatti, la soluzione temporanea sull'ex caserma Gonzaga solo per il periodo del Ramadan resta in piedi nonostante lo stop di Matteo Renzi prima delle primarie sembrasse aver fatto tramontare qualsiasi ipotesi. 

Elzir ha poi detto che "siamo spesso molto vicini, ma purtroppo non c'è il coraggio di mettere la firma. Si parla di principi, perché tanto sono scritti nella Costituzione e nessuno può negarli, ma tocca mettere la firma: io credo che siamo molto vicini a mettere la firma, manca l''ultimo sforzo".

L'imam non ha risparmiato poi lo stoccata al modo in cui la politica si è appropriata della vicenda. "Sento che gruppi politici stanno facendo riunioni di qua e di là come se fosse una questione di un partito", ma la realizzazione della moschea a Firenze "è questione di chi è stato eletto a governare e amministrare la città". "Abbiamo bisogno di affrontare la questione con serietà - ha poi aggiunto Elzir - senza fare propaganda politica e tirare la comunità islamica nei partiti, perché la comunità islamica è apartitica, ci sono musulmani che votano destra, sinistra, centro, tutto, e allora noi non siamo per un partito". 

Ieri, dopo le ultime settimane caratterizzate dagli attriti tra i sindaci del territorio fiorentino, il Pd metropolitano ha cercato di ricompattare i ranghi, proponendo anche un tavolo con la comunità islamica. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'episodio è avvenuto ai giardini della Fortezza da Basso. A finire denunciato un giovane di 23 anni che è stato sedato e trasportato in ospedale
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Arte

Attualità

Attualità