Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:50 METEO:FIRENZE22°36°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 25 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tokyo2020, la sicurezza blocca Simone Biles: «Mi mostra il pass? Buona fortuna»

Attualità mercoledì 14 febbraio 2018 ore 17:35

La cella di Mandela come a Robben Island

Foto Twitter Cgil Toscana

Inaugurata alla presenza della nipote Ndileka Mandela la riproduzione della cella dove il nonno è stato detenuto per 18 anni di prigionia



FIRENZE — Non ha trattenuto le lacrime Ndileka Mandela, nipote di Nelson Mandela, presente all'inaugurazione del ''Mandela Memorial'' davanti al Mandela Forum. Il monumento è la riproduzione, identica, della cella dove il nonno ha trascorso 18 dei suoi 27 anni di prigionia. "Per il nostro popolo del Sudafrica questa cella è un simbolo di speranza, ma personalmente mi produce profonda tristezza e commozione perché fino a oggi non sono ancora riuscita a ritornare a Robben Island a visitare la cella dove mio nonno è stato detenuto". 

La cella ha due piccole finestre ed è lunga 2,59 metri per 2,3. All'interno, un tappeto come letto e un secchio per i bisogni fisiologici. 

"Pensate - ha detto la nipote di Mandela - che ho incominciato a interagire con lui solo quando avevo 10 anni. Ricordo che mi scrisse che ci saremmo potuti vedere sei anni dopo perché le leggi dell''epoca consentivano di visitare qualcuno in prigione solo dopo aver compiuto il 16/o anno di età. Mio nonno non è riuscito nemmeno a seppellire mio padre e sua moglie perché era rinchiuso in carcere. In tutte le lettere che mi scriveva parlava sempre dell''importanza di studiare e ricordo che anche in occasione del nostro primo incontro, la sua preoccupazione fu sapere se io mi potevo istruire".

Il memorial sarà accessibile 24 ore su 24. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Non sono scampati ai posti di blocco. I carabinieri si sono appostati in punti strategici per controllare il tasso alcolico sulle strade della movida
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità