Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:54 METEO:FIRENZE16°32°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 12 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Europei 2021, Mancini: «Noi favoriti? Mancano solo sei partite, è ancora lunga»

Attualità venerdì 21 aprile 2017 ore 12:39

In presidio sul ponte per Gabriele Del Grande

Anche a Firenze una manifestazione per chiedere la liberazione del giornalista fermato in Turchia. Appuntamento sul ponte Santa Trinita



FIRENZE — L'hashtag è sempre lo stesso, #IoStoConGabriele, e anche l'obiettivo della mobilitazione convocata nel capoluogo toscano per le 18 di oggi pomeriggio: chiedere che Gabriele Del Grande, il giornalista di origine lucchese fermato in Turchia, sia liberato. 

"Il fermo e la detenzione di Gabriele Del Grande - si legge in una nota - ci preoccupano e sono una violazione dei diritti di un cittadino italiano che non ha commesso nessun reato. Gabriele Del Grande da anni si occupa del tema delle migrazioni, lo fa attraverso il suo mestiere, lo fa cercando di raccontare quella parte di mondo rappresentato da uomini e donne che cercano di scappare da guerre e che chiedono all'Unione Europea accoglienza e forse un destino diverso. Non esiste motivo alcuno perché la Turchia lo tenga ancora in trattenimento e non abbia dato seguito alla sua scarcerazione e rientro in Italia".

"Gabriele è in isolamento ed ha iniziato uno sciopero della fame proprio per affermare i suoi diritti minimi. La società civile italiana, la sua famiglia, i cittadini italiani così come le istituzioni italiane si stanno mobilitando e organizzando presidi in diverse piazze italiane perché la sua vicenda si concluda con la sua liberazione ed il suo rientro in patria subito - prosegue la nota - La Turchia sta attraversando un momento molto delicato e deve dimostrare di essere un paese dove la democrazia è un principio inderogabile così come la garanzia ed il rispetto dei diritti umani, per tutti. Chiediamo alle autorità turche la libertà immediata di Gabriele e chiediamo che la sua incolumità come quella di moltissimi altri intellettuali, giornalisti, attivisti trattenuti sia garantita e possa essere accertata dagli organismi internazionali".

Al presidio hanno già annunciato la loro presenza anche alcune forze politiche in Consiglio comunale a Firenze per voce dei capigruppo di Firenze riparte a sinistra Tommaso Grassi e di Alternativa Libera Miriam Amato.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il mezzo fermato stamani dalla Municipale è risultato privo di assicurazione, ma negli ultimi giorni sono stati 15 tra navette e risciò multati
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità