comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 25°27° 
Domani 25°35° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
lunedì 06 luglio 2020
corriere tv
Decreto rilancio, ecco le novità da sapere

Attualità mercoledì 08 giugno 2016 ore 12:05

Il traffico selvaggio che soffoca l'Oltrarno

I residenti hanno scritto una lettera al Comune pubblicata anche sui social per denunciare i disagi causati dall'invasione di bus e auto



FIRENZE — I marciapiedi sono stretti e a malapena ci passa un pedone eppure le auto sono parcheggiate anche lì, rendendo così la vita a chi si muove a piedi ancora più difficile. E' una specie di giungla quella che descrivono i residenti dell'Oltrarno a Firenze, vale a dire uno dei quartieri più emblematici di una Firenze dal sapore antico e genuino che rischia di essere annerita dallo smog e attanagliata dal rombo dei motori. 

Per questo i cittadini hanno deciso di scrivere una lettera, pubblicata anche sul profilo facebook 'Cittadini per Firenze Oltrarno', agli assessori competenti, al presidente del quartiere 1 e ai presidenti delle commissioni competenti per manifestare il loro disagio e chiedere interventi in tempi umani. 

"Vogliamo essere ascoltati, da un'amministrazione che almeno su piazza dei Nerli sembrava partita con il piede giusto dichiarando “Oltrarno al centro” ma che poi, non sappiamo per quale motivo, è tornata sui suoi passi negando dopo due anni gli impegni presi e annunciati e dunque deludendo, ancora una volta, le aspettative dei suoi cittadini", scrivono i cittadini che hanno dato vita alla petizione “No all’asfalto in piazza dei Nerli”.

"Su porta San Frediano un cartello de l’Unesco ci ricorda “Firenze, Centro storico, patrimonio dell’umanità” - aggiungono nella lettera - Eppure Borgo San Frediano è invasa da traffico dei non residenti in cerca di fortuna, da troppi autobus troppo grandi per strade troppo antiche, da motorini che sfrecciano troppo veloci, da una sosta selvaggia che invade ed occupa strisce pedonali e marciapiedi troppo stretti e sconnessi. Proprio perché il centro storico di Firenze è patrimonio dell’umanità non sono più accettabili interventi estemporanei, decisi sulla pressione dell’ultimo momento fatti da un qualche suggeritore, o portatore di interessi parziali".

Ora, in attesa di "un progetto condiviso" che i cittadini ritengono "ancora possibile", i residenti chiedono un incontro con l'amministrazione per presentare le loro proposte e richieste tra cui la ztl 24 ore, lo spostamento telecamera all’inizio di borgo San Frediano, la cancellazione dell'adiacenza tra parcheggi residenti con parcheggi a pagamento con i posti per residenti all’interno della Ztl, posti a pagamento fuori mura.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità