Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:50 METEO:FIRENZE21°34°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 29 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Stade de France, ancora disordini: la polizia usa gas lacrimogeni e spray urticanti sui tifosi (e i bambini)

Cronaca lunedì 26 febbraio 2018 ore 10:19

Il rientro in caserma, l'esplosione e le fiamme

Non è ancora chiara la dinamica dell'incendio scoppiato nella caserma Fadini a Firenze, rogo che è costato la vita all'artificiere Giovanni Politi



FIRENZE — Era rientrato dallo stadio di Firenze dove era in servizio per la partita Fiorentina-Chievo, Giovanni Politi, 51 anni, l'artificiere morto ieri nell'incendio nella caserma Fadini di Firenze. La Procura intanto ha aperto un'inchiesta sulla morte del sovrintendente capo della polizia.

La caserma Fadini è una sede distaccata della questura e ospita i magazzini, l'autoparco e il nucleo artificieri della polizia. E proprio nella parte che ospita la sezione degli artificieri è morto Politi. 

Una delle ipotesi è che Politi stesse rimettendo a posto qualcosa quando è partita una fiamma o c'è stata un'esplosione. Secondo quanto emerso in quell'ala della caserma Politi era solo al momento dello scoppio e nessuno è potuto intervenire in suo soccorso e sarebbe rimasto subito gravemente ferito, poi le fiamme lo avrebbero intrappolato.

Polizia e vigili del fuoco hanno fatto accertamenti per stabilire se prima ci siano state le fiamme e solo dopo le piccole esplosioni, o se prima sia esploso qualcosa e il fuoco ne sia stata la conseguenza. 

Negli uffici andati in cenere non sembra che fossero custoditi materiali esplodenti importanti, ma solo candelotti segnalatori, tipo i bengala da barca.

L'Arcivescovo di Firenze, cardinale Giuseppe Betori "esprime cordoglio e vicinanza alla famiglia e al corpo della Polizia di Stato, e assicura la preghiera per l'artificiere che ha perso la vita nell'incendio della caserma Fadini. 

Anche i sindacati di polizia hanno espresso il loro cordoglio: "A nome del sindacato Uil Polizia, desidero formulare le più sentite condoglianze alla famiglia del collega Giovanni Politi, artificiere della questura di Firenze, morto oggi pomeriggio a seguito di un incendio nei locali della caserma Fadini di Firenze". Lo scrive in una nota Antonio Lanzilli, segretario generale aggiunto Uil polizia.

Ad esprimere la propria vicinanza alla famiglia del poliziotto morto anche il sindacato Conapo dei vigili del fuoco. "Cordoglio ai familiari e vicinanza ai colleghi poliziotti di Firenze da parte anche dei vigili del fuoco", ha scritto in un comunicato Antonio Brizzi, segretario generale del sindacato Conapo.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Strada chiusa e circolazione bloccata dopo lo scontro in cui una scooterista è rimasta ferita gravemente, e poi è deceduta una volta in ospedale
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cultura

Cronaca

Attualità

Attualità