Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:53 METEO:FIRENZE13°20°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 20 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Draghi: «Ad oggi l'Italia ha assegnato 11 milioni di vaccini: 3 milioni a Vietnam e Indonesia»

Attualità giovedì 03 giugno 2021 ore 10:01

Il parco è aperto ma il bagno è incatenato

I cittadini che hanno trascorso alcune ore nel parco pubblico hanno trovato i servizi igienici chiusi per l'impossibilità di reperire le chiavi



FIRENZE — Nella giornata dedicata alla festa della Repubblica chi ha scelto di trascorrere alcune ore all'aria aperta nel parco pubblico di villa Favard ha dovuto fare i conti con la chiusura del bagno. "Non potremmo lasciare aperti i bagni pubblici?" è quanto chiesto da un frequentatore del parco.

La segnalazione pubblicata sui social nel Gruppo "Amici del parco di Villa Favard" ha sottolineato l'inconveniente ed invitato l'amministrazione ad organizzare diversamente la gestione dei servizi igienici che al momento sono sottoposti alla richiesta della chiave.

"Il parco amato e apprezzato dalla cittadinanza, grazie al giorno festivo e alla bella giornata, è molto affollato: gente ovunque che fa pic nic, che gioca, che si rilassa... c'è però come sempre il solito problema di fondo, assolutamente non irrilevante nelle giornate come oggi: agli ingressi del parco è affisso un cartello blu con scritto che coloro che hanno bisogno di una toilette pubblica possono chiedere la chiave al chiosco-bar ma il chiosco-bar è chiuso, e la toilette, peraltro assai lontana da dove sosta la gente, è sbarrata con un lucchetto". 

"Cosa abbiamo fatto di male per avere i servizi igienici degli spazi pubblici sempre allucchettati quando servono come fossero beni preziosi da tenere in cassaforte? Perché i cittadini che hanno bisogno di un servizio igienico devono rassegnarsi, e insegnare ai bambini cittadini di domani, che l'unico possibilità è una siepe appartata, un albero, un angolo lontano? Visto allora che è impossibile garantire la presenza permanente di addetti al chiosco-bar quando la gente è nel parco per consegnare la chiave della toilette a chi ne ha bisogno non si potrebbe semplicemente lasciare aperta la toilette "pubblica", al limite chiudendola a notte e riaprendola al mattino? Oppure ancora meglio, chiudendo e aprendo semplicemente i cancelli del parco nelle ore stabilite per la sicurezza notturna?". 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La rimozione dell'insegna rappresenta la fine di un'epoca per generazioni di autisti e per i fiorentini che sono cresciuti a bordo degli autobus
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cronaca