Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:00 METEO:FIRENZE10°18°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 16 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Gaza, il bombardamento del palazzo della sede dell'Ap e di Al Jazeera

Attualità giovedì 18 marzo 2021 ore 14:08

Ictus, Santa Maria Nuova è un'eccellenza in Italia

Team Santa Maria Nuova

La squadra multidisciplinare e multi-professionale lavora con l'obiettivo di dare una seconda possibilità al paziente colpito da ictus cerebrale



FIRENZE — Durante la riunione a distanza della Italian Stroke Organization è stato reso noto che per il IV trimestre del 2020 il Santa Maria Nuova è risultato nuovamente l'unico centro Diamond a livello nazionale. Uno dei migliori centri europei per la diagnosi e la cura dell’ictus cerebrale come Centro Diamond secondo i criteri degli ESO-Angels Awards.

L’ictus cerebrale nel mondo è la seconda causa di morte e la terza nei paesi industrializzati, dopo le malattie cardiovascolari ed i tumori. Rappresenta un problema socio-economico con un rilevante impatto individuale, familiare e sociosanitario e cambia in un attimo la vita del paziente, della sua famiglia e dei suoi amici.

Lo Stroke Team dell’ospedale Santa Maria Nuova, guidato da Giancarlo Landini, responsabile organizzativo e da Michele Lanigra, responsabile scientifico, sta lavorando da anni per migliore il percorso e la prognosi del paziente colpito da ictus cerebrale.

 “Nell’ospedale Santa Maria Nuova - ha detto Landini - il percorso Ictus è ormai consolidato e lo abbiamo “solo” adattato, sotto alcuni aspetti, alla nuova e drammatica situazione. Il nostro Stroke Team fa parte dello Stroke System dell’ASL Toscana Centro, diretto da Pasquale Palumbo, integrato nella Rete Ictus della Regione Toscana, guidata da Matteo Nocci e Giovanni Orlandi. E’ una vera squadra multidisciplinare e multi-professionale che lavora in sinergia e con lo stesso obiettivo: dare un’altra possibilità al paziente colpito da ictus. Per rendere sempre migliore la prognosi del paziente colpito da ictus cerebrale - ha aggiunto Landini - è fondamentale la collaborazione anche dei cittadini che si devono recare immediatamente in ospedale in caso di un sintomo sospetto per ictus. Dall’inizio della pandemia viene consigliato “Resta a Casa” in caso di ictus deve valere il motto “l’ Ictus, non resta a casa”.

Lo Stroke Team di Santa Maria Nuova ha effettuato eventi formativi con simulazioni del percorso anche durante la pandemia, organizzati da Rita Marino, Alessandra Giuello e Vieri Vannucchi in collaborazione con la Angels Initiative.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'incidente si è verificato in via Carlo del Prete. La donna, 80 anni, è stata investita da un'auto guidata da un signore di 88 anni
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità