Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:37 METEO:FIRENZE13°19°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 12 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Raid su Gaza distrugge edificio di 12 piani, il momento del crollo

Attualità martedì 05 novembre 2019 ore 10:00

I pini sono nel progetto ma l'opposizione protesta

Un fronte trasversale in Consiglio comunale si è schierato contro il progetto di riqualificazione previsto per la nuova piazza della Vittoria



FIRENZE — Hanno chiesto la "Sospensione della cantierizzazione" su piazza della Vittoria, Roberto De Blasi del Movimento 5 Stelle, Antonella Bundu e Dmitrij Palagi di Sinistra Progetto Comune e Alessandro Draghi di Fratelli d'Italia che hanno creato un fronte trasversale contro il progetto di riqualificazione.

La protesta avviata da Cittadinanza Attiva di Firenze, attraverso Italia Nostra e il CCTA-Coordinanento Cittadino Tutela Alberi, a cui aderisce anche l’Associazione piazza della Vittoria, è stata sposata dai consiglieri Ubaldo Bocci, Roberto De Blasi, Alessandro Draghi e Dmtrij Palagi. Una mozione congiunta è stata bocciata in Commissione ad inizio settembre, a darne notizia era stato Leonardo Calistri, presidente Commissione Ambiente, vivibilità urbana e mobilità. 

De Blasi, capogruppo pentastellato ed ex candidato sindaco ha commentato "Si disconosce l'opposizione da parte dei cittadini a questo progetto. E' questo lo "stile" Pd nell'amministrare Firenze. Noi restiamo al fianco dei comitati e dei residenti che chiedono di salvare gli alberi e rivedere le modalità del rifacimento; per noi la partecipazione diretta dei cittadini alla cosa pubblica è una cosa seria". "All'amministrazione Nardella i percorsi di partecipazione vanno bene solo quando dicono "sì" ai loro progetti, altrimenti sono i cittadini ad essere "pilotati" non si sa bene da chi, come nel caso del parcheggio di piazza del Cestello" è quanto hanno aggiunto Antonella Bundu, già candidata sindaco e Palagi. Ma la protesta abbraccia anche la destra fiorentina con il capogruppo di Fratelli d'Italia Draghi che conclude "Il Pd di Palazzo Vecchio invita prima Huni Kuin Kawinaka della popolazione dell'Amazzonia sulla deforestazione, poi il capo della Protezione Civile Borrelli per parlare di dissesto idrogeologico, dopodiché mette in azione le motoseghe per tagliare gli alberi nelle piazze della città. Un comportamento che si commenta da solo". 

Nelle scorse settimane l'amministrazione per voce dell'assessore Cecilia Del Re che ha seguito la progettazione, ha reso noto di aver recepito numerose istanze sollevate dai residenti ad iniziare dalla tipologia delle alberature che, a differenza da quanto previsto inizialmente, saranno nuovamente pini. In estate Del Re ha dichiarato “In piazza della Vittoria saranno piantati 68 nuovi pini, inseriti in un progetto complessivo di riqualificazione di pregio con un investimento di mezzo milione di euro. Saranno piantati in ottobre e saranno di dimensioni superiori a quelle standard utilizzate altrove: avranno infatti al momento della piantumazione già un’altezza di 4-5 metri. Il restyling comprende il consolidamento dei percorsi pedonali, il potenziamento dell’illuminazione, oltre a nuove panchine e wifi. Inoltre sarà installato un bagno pubblico e, in collaborazione con il Liceo Dante, sarà prevista un’area-gazebo dedicata agli studenti e alle loro espressioni artistiche e musicali” con la precisazione che "Proprio per andare incontro ad alcune richieste dei cittadini, è stato anche modificato il progetto iniziale. Nel dettaglio, il progetto originale (su cui era stata rilasciata l’autorizzazione paesaggistica, su parere favorevole vincolante della Soprintendenza) prevedeva la sostituzione dei pini con nuovi alberi di diverse specie più resilienti ai cambiamenti climatici, più sicure e meno problematiche nell’ambito urbano specifico. Nel progetto modificato (su cui è stata rilasciata un’ulteriore autorizzazione paesaggistica su parere favorevole vincolante della Soprintendenza), è stato previsto allora di sostituire i pini esistenti con altri pini, proprio per accogliere le richieste dei cittadini".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Paura e rabbia tra i residenti per il raid sulle auto in sosta nel quartiere. Le vetture sono state sventrate per asportare fari e navigatori
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità