comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 23°37° 
Domani 21°36° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 09 agosto 2020
corriere tv
Migranti e rotta balcanica: ecco i confini sguarniti tra Italia e Slovenia dove ogni notte passano a piedi centinaia di invisibili

Attualità sabato 01 agosto 2020 ore 12:13

Gualchiere, da rudere a patrimonio da valorizzare

gualchiere

Per il progetto di recupero il Comune di Firenze ha deciso di partecipare all'assegnazione di fondi ministeriali oltre all'uso di fondi privati



FIRENZE — Dalla volontà di vendere tutto al restauro delle coperture e dei solai con l'intenzione di affidarne la gestione per attività culturali, questa la storia delle Gualchiere di Remole, ieri un rudere adagiato sull'Arno ed oggi patrimonio nazionale da preservare con fondi pubblici e privati (vedere articoli collegati).

Il percorso per la valorizzazione che è stato avviato dall’amministrazione dopo la decisione di superare la precedente scelta dell’alienazione, prevede la concessione d’uso del complesso con l’obiettivo di attrarre l’interesse di investitori privati e, al contempo, reperire le risorse necessarie al restauro e coinvolge il Comune di Bagno a Ripoli e il Gruppo “per le Gualchiere di Remole” del Circolo Vie Nuove.

La giunta fiorentina ha approvato un progetto che prevede ulteriori interventi sulla copertura e sui solai che vanno a implementare la manutenzione e la messa in sicurezza di porzione dei tetti dell’immobile attualmente in corso. 

Il progetto parteciperà alla selezione annuale con cui il Ministero dei Beni Culturali assegna contributi per interventi di restauri e altri interventi conservativi. È stata la Soprintendenza ad accertare che le Gualchiere rientrano tra i beni per i quali è possibile concorrere all’assegnazione di questo tipo di contributi. Gli uffici comunali hanno progettato un intervento di restauro in due lotti: il primo è relativo al ripristino di tetti e solai; il secondo consiste nel rifacimento delle parti murarie e delle facciate e la ricostruzione delle parti crollate. Il progetto approvato in delibera riguarda il primo lotto per un investimento pari a 600 mila euro di cui 260 mila reperiti nel bilancio comunale mentre i restanti 340 mila euro saranno oggetto della richiesta di contributi ministeriali.

L’assessore ai lavori pubblici Alessia Bettini ha spiegato “Si tratta di un progetto di particolare rilievo perché riguarda un bene di valore storico e culturale e si tradurrà non solo in interventi di messa in sicurezza e restauro conservativo ma anche in un importante risanamento di una situazione di degrado”. "La richiesta di finanziamento al Ministero, sperando che la procedura si concluda positivamente, rientra nel percorso di valorizzazione e riqualificazione di questo importante sito storico a cui abbiamo deciso di dedicare nuove energie e concreto impegno volto alla futura fruibilità del bene” ha aggiunto l’assessore al patrimonio immobiliare Alessandro Martini.

Il gruppo tecnico ha promosso la convenzione tra la Direzione Ambiente del Comune di Firenze e il Consorzio di Bonifica per una serie di interventi come la manutenzione ordinaria dell'alveo, delle sponde e delle banchine su tutto il tratto della Gora di Remole di circa 440 metri; un programma manutentivo costante, con cadenza annuale, delle opere di derivazione e alimentazione idraulica del complesso e l’avvio di un’attività progettuale affidata dal Consorzio di Bonifica ad un architetto paesaggista e finalizzata a incrementare la conoscenza e la fruizione pubblica del luogo. L’emergenza sanitaria Covid-19 ha reso impossibile realizzare questo intervento per l’estate in corso.

Intanto il Comune di Firenze sta aggiornando la schedatura del complesso propedeutica al coinvolgimento dell’interesse privato e l’individuazione delle linee di finanziamento comunitarie esperibili per il finanziamento del recupero funzionale dello stesso ed il complesso è stato inserito nell’avviso 2020 del Florence I Care, appena pubblicato. 

Il Servizio Patrimonio sta coordinando le strategie patrimoniali di gestione per la pubblicazione di un avviso pubblico per la concessione di valorizzazione culturale delle Gualchiere di Remole. 



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità