Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:15 METEO:FIRENZE14°24°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 25 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Taormina, ubriaca al volante perde il controllo e va a sbattere in galleria: le immagini dell'incidente

Attualità lunedì 14 marzo 2022 ore 17:34

L'acqua torna a giocare sul Colosso dell'Appennino

Il Colosso dell'Appennino del Giambologna
Il Colosso dell'Appennino del Giambologna

Il ripristino del percorso dell'acqua è al centro del progetto per il Parco di Pratolino candidato ai fondi Pnrr. Valore: 2 milioni di euro



FIRENZE — Se l’intervento al Parco di Pratolino andrà in porto, nelle vene di marmo del Colosso dell'Appennino tornerà in un certo senso a scorrere l'acqua: così la consigliera delegata ai parchi della Città Metropolitana Letizia Perini ha spiegato uno dei punti qualificanti del progetto da 2 milioni candidato a ottenere i fondi del Pnrr, uno dei quattro depositati per parchi e giardini storici di Firenze dal Comune e dalla Città Metropolitana.

Per il Parco di Pratolino, l’intervento prevede il ripristino del ‘percorso dell’acqua’ con tutti i giochi d’acqua e le fontane nell’area del giardino mediceo, riattivando la tecnologia idraulica rinascimentale e le meraviglie che esprimeva e che dovrà tornare ad esprimere. 

Nella Fontana di Giove e nelle grotte saranno restaurati e riattivati la vasca, le volte sottostanti, il gioco d’acqua e la funzionalità della vasca antistante; il gioco d'acqua nella Fontana delle Spugne, della Fontana della Maschera (con la vasca antistante), della Fontana del Mugnone (comprese le pavimentazioni circostanti). 

Per la Grande Voliera il progetto di restauro prevede il controllo e il rifacimento degli intonaci e delle spugne, che costituiscono la fontana fondale, e il ripristino del gioco d’acqua a cascatelle, oltre alla messa in sicurezza della scala di accesso.

Sarà restaurato anche il Viale degli Zampilli, con i giochi d'acqua dal pavimento posto nelle fasce laterali, con il completo recupero dell’acqua che verrà utilizzata. In più, restauro conservativo e funzionale delle Gamberaie, con un intervento strutturale che mira al ripristino della funzionalità della via d’acqua e alla ricostituzione dei collegamenti tra le sei vasche in forma di cascatelle. 

Quindi restauro della Vasca della Lavandaia e del pontile, riapertura funzionale di tutte le fontane minori esistenti nel Parco, come la grotta di Cupido e altre, la vasca della Paggeria, la fontana della Villetta, la fontana della Limonaia e la vasca della Ranocchia, di fronte alla grotta di Cupido).

Il progetto della Metrocittà prevede anche interventi sulla vegetazione nella zona Unesco, la messa in sicurezza delle alberature, sia lungo i percorsi che all’interno del bosco, la rigenerazione delle aree del sottobosco, il potenziamento della biodiversità nelle aree a prato e la creazione di giardini tematici.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno