Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:09 METEO:FIRENZE24°35°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
martedì 28 giugno 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Cade container su una nave al porto di Aqaba: una fuga di gas tossico provoca 13 morti

Attualità lunedì 14 marzo 2022 ore 17:14

Alla Fortezza alto volume per il suono dell'acqua

Il parco della Fortezza da Basso al crepuscolo
Il parco della Fortezza da Basso al crepuscolo

Si chiama sound masking naturale ed è l'intervento di mascheramento del rumore del traffico nel progetto per il parco storico candidato ai fondi Pnrr



FIRENZE — Nel parco della Fortezza da Basso si alzerà il volume del suono dell'acqua mediante accorgimenti meccanici, così da mascherare il rumore del traffico attorno. L'intervento si chiama sound masking naturale ed è uno tra i punti qualificanti del progetto da 1,6 milioni candidato a ottenere i fondi del Pnrr, uno dei quattro depositati per parchi e giardini storici di Firenze dal Comune e dalla Città Metropolitana.

L’intervento ai giardini della Fortezza si propone di restituire alla collettività un giardino storico centrale e di rilievo ma piegato da tanti problemi legati in particolare alla sicurezza. E allora, parola d'ordine: fruibilità. Il progetto punta a intervenire sui camminamenti, sulla vasca monumentale, sulle componenti vegetali per rendere questo luogo più bello e accogliente, sicuro per i vari tipi di fruitori e adatto a ospitare attività libere o organizzate durante tutto l’anno. 

Migliorare le condizioni vegetative dei vari elementi verdi e aumentare il numero sostituendo gli individui mancanti significa favorire la produzione di ossigeno e la riduzione dell’inquinamento in una zona a forte traffico veicolare. E proprio per diminuire l’impatto del rumore dovuto alla forte urbanizzazione dell’area, il progetto prevede di intervenire sulla fontana in modo meccanico aumentando e direzionando il getto in modo da creare un mascheramento sonoro del rumore stradale che verrà appunto nascosto dai suoni naturali gradevoli dell'acqua che scorre (sound masking naturale). 

Dal punto di vista idrico, il progetto prevede di mettere in campo la “smart irrigation” con l’installazione di sensori che misurano la temperatura, l’umidità del terreno, la bagnatura e si connettono a internet attraverso il cloud per recepire le previsioni meteo, decidendo come e quando irrigare. Le stime dei benefici sono importanti: fino al 30% di litri di acqua erogati in meno all’anno, ottimizzazione dei sopralluoghi da parte degli operatori ambientali con conseguente riduzione degli spostamenti grazie alla rilevazione automatica delle perdite o all’invio di alert per sensori e irrigatori guasti. Un impianto di illuminazione della vasca consentirà di valorizzare questo elemento centrale del giardino.

“Vogliamo che il Pnrr segni davvero una decisa svolta ambientale per il nostro territorio", ha detto il sindaco Dario Nardella. "L’obiettivo è quello di conservare nel tempo e restaurare sia gli elementi ambientali che quelli monumentali, ampliando le possibilità di fruizione di questi spazi in un’ottica anche di educazione ambientale", ha aggiunto l'assessore all'ambiente Cecilia Del Re.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il Comune accoglie l'invito dell’Autorità idrica Toscana: stop all'uso dell'acqua potabile per scopi diversi da quelli igienico-domestici
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca