Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:FIRENZE20°34°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 12 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Quando Calenda diceva: «Non farò politica con Renzi, l'ho detto 6 mila volte. Mi fa orrore»

Attualità giovedì 07 luglio 2022 ore 18:25

Fermi davanti alla Ztl col rebus del semaforo

Nell'era digitale comanda il semaforo oppure la segnaletica verticale? Da oltre 20 anni fa discutere la disciplina per accedere al centro storico



FIRENZE — I varchi di accesso alla Zona a traffico limitato sono presidiati dai semafori e tanto dovrebbe bastare a renderne comprensibile l'apertura o la chiusura ma ci sono anche dei cartelli più o meno illustrati ed allora la discussione non si placa e si trascina da oltre 20 anni.

L'oggetto del contendere oggi non è solo la dicitura "Attiva" e "Non attiva" alla quale molti avrebbero preferito semaforo rosso o semaforo verde ma la contestuale presenza di semafori e segnaletica verticale. 

Il tema è da anni oggetto di interrogazioni da parte dei consiglieri di centrodestra dalle battaglie di Forza Italia con Jacopo Bianchi alle più recenti di Jacopo Cellai e Alessandro Draghi in Fratelli d'Italia. Del caso si è interessato anche il consigliere del Movimento 5 Stelle, Lorenzo Masi "Un esempio? Via De’ Bardi. Il cartello attualmente presenta la generica indicazione “e autorizzati ord. N 2015/M/08671 e s.m.l” ma questo crea solo confusione tra i cittadini e tra chi, ogni giorno, si trova a dover accedere in Oltrarno”. 

Alla fine degli anni '90 non c'erano le porte telematiche ma una "selva di cartelli" davanti ai quali gli automobilisti sostavano tentando di capire se proseguire o fare retromarcia, ammesso di poterlo fare ma erano più le volte in cui le vetture procedevano per non bloccare il traffico. Con le porte telematiche sono arrivati i primi "semaforini" poi superati dalla normativa del Codice della strada e riadattati agli attuali sistemi di segnalazione.

Un lettore ci ha inviato una immagine curiosa, un pannello forse in fase di manutenzione si presenta completamente rosso. Per molti cittadini questa potrebbe essere la soluzione definitiva per superare qualsiasi confine linguistico o burocratico. 

Oggi a ritrovarsi l'eredità di un rebus di vecchia data sono il presidente di Società dei servizi alla strada, Marco Semplici, già consigliere comunale, e l’Amministratore Garofalo che nelle scorse ore sono stati ascoltati in Commissione Controllo a Palazzo Vecchio.

La questione è tecnica ma anche politica e neppure la digitalizzazione delle amministrazioni e delle città, Firenze è una Smart City, sembra avere dato una mano a risolvere il rompicapo.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'incendio è divampato a metà mattina innescando l'intervento in forze da parte dei vigili del fuoco con più squadre ed automezzi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca