comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 19°21° 
Domani 18°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
martedì 02 giugno 2020
corriere tv
Dl Rilancio, Conte: «Eliminata la prima rata Imu per hotel e stabilimenti balneari»

Attualità sabato 18 novembre 2017 ore 15:00

Esposto contro tunnel Tav e Foster

A presentarlo in Procura è stato il Comitato No Tunnel Tav. I consiglieri comunali Grassi, Amato e Xekalos: "Fare chiarezza sulle carenze documentali"



FIRENZE — Nuovo atto della guerra del Comitato No Tunnel Tav contro i lavori del nodo dell'alta velocità nel capoluogo toscano. Il comitato ha infatti depositato in Procura le carte di un esposto in cui sono elencate le ragioni per le quali, si legge in una nota, "si ritiene possano esistere comportamenti perseguibili penalmente". E' lo stesso Comitato a spiegare che “la pervicacia nell’insistenza su una soluzione che appare al limite dell’impraticabilità, oltre che foriera di danni e rischi, appare singolare quanto anomala e può sembrare dettata da accordi “che trascendono” la logica della corretta razionalità tecnica e programmatica, per soddisfare interessi tanto incomprensibili quanto non palesi e, in ogni caso, lontani da quelli della società e del contesto ambientale interessati”.

A proposito della realizzazione del tunnel e della Foster, il Comitato fa riferimento agli "accordi diabolici di cui la magistratura ha già parlato nelle due precedenti inchieste". Tra le motivazioni apposte all'esposto si parla della "totale inutilità dell’opera, soprattutto dopo che le Ferrovie hanno dichiarato che pochissimi treni fermeranno nella nuova stazione e che il servizio dell’alta velocità si assesterà a Santa Maria Novella". Un aspetto, questo, che sempre secondo la nota del Comitato non giustifica la realizzazione di "un hub di collegamento tra treni e bus; cosa si può collegare se nella nuova stazione praticamente non arriveranno treni?". Nell'esposto si fa riferimento anche alla Via, che manca "per la stazione sotterranea", al "subentro di Condotte a Coopsette nel controllo di Nodavia" che "di fatto annulla di ogni significato la gara che fu fatta", alle terre di scavo e "alla loro difficoltosa gestione potrebbe essere foriera di nuove anomalie come già è avvenuto in passato e documentato dalla stessa Procura". 

Sull'iniziativa del Comitato sono intervenuti i consiglieri Tommaso Grassi, di Firenze Riparte a Sinistra, Miriam Amato di Alternativa Libera e Arianna Xekalos del Movimento Cinque Stelle. Per loro l'esposto "è un ulteriore atto del Comitato No Tunnel TAV che riteniamo di dover condividere e sostenere nella comune battaglia contro la realizzazione della stazione Foster e del tunnel sotterraneo dell'Alta Velocità. Prima dell'avvio dei lavori, che speriamo non avvenga mai, di un'opera inutile e dannosa, si faccia chiarezza sugli 'accordi diabolici' di cui ha, più volte, parlato la Magistratura."

Intanto il due dicemnbre è stata annunciata una manifestazione insieme ad altri gruppi della Piana per rendere simbolicamente al sindaco Dario Nardella, si spiega, " i tre pacchi": Tav, aeroporto e inceneritore. 



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità