Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:16 METEO:FIRENZE11°13°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
lunedì 12 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Come funziona il vaccino Johnson&Johnson in arrivo in Italia. A differenza degli altri è monodose

Attualità mercoledì 04 marzo 2020 ore 14:55

Firenze e Lussemburgo uniti contro il coronavirus

I ministri delle Finanze e dell’Economia del Lussemburgo Pierre Gramegna e Franz Fayot e il sindaco Dario Nardella

Il sindaco incontra due ministri del Lussemburgo: “Ho chiesto di sostenere l’Italia per fronteggiare la crisi economica causata dal Coronavirus”



FIRENZE — Una delegazione del Lussemburgo ha incontrato questa mattina il sindaco Dario Nardella nella Sala di Clemente VII a Palazzo Vecchio. Il sindaco ha ricevuto i ministri delle Finanze e dell’Economia del Lussemburgo Pierre Gramegna e Franz Fayot accompagnati da una delegazione della quale facevano parte l’ambasciatore del Lussemburgo in Italia Paul Dühr, il console onorario del Lussemburgo a Firenze Stefano Cacciaguerra, il consigliere di legazione Ministero dell’Economia Daniel Da Cruz e il consigliere di Governo del Ministero delle Finanze Tom Theobald.

All'incontro ha partecipato anche il consigliere delegato del sindaco a Relazioni internazionali e Politiche europee Marco Del Panta.

“Ho apprezzato moltissimo la visita della delegazione lussemburghese che rappresenta anche un messaggio di fiducia verso Firenze e l’Italia in un momento così difficile - ha detto il sindaco Nardella -. Abbiamo deciso di avviare una collaborazione tra Firenze e Lussemburgo nei settori del trasporto pubblico sostenibile, della Smart city, dell’ambiente e dell’energia”.

“Ci hanno dimostrato vicinanza per la crisi del Coronavirus - ha continuato il sindaco -, per questo ho chiesto al Ministro delle Finanze di sostenere l’Italia nella battaglia per fronteggiare la crisi economica causata dall’epidemia di Coronavirus, a partire dalla necessità di derogare al Patto di stabilità europeo”. 

“Con questi incontri Firenze dimostra di non volersi chiudere in se stessa - ha concluso Nardella - a causa di questa emergenza sanitaria, ma di voler guardare al futuro con fiducia e coraggio”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Gli autisti dei mezzi pubblici sono nuovamente sul piede di guerra davanti all'ipotesi di limitare il servizio per il perdurare della zona rossa
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Cronaca