Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:50 METEO:FIRENZE22°36°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 28 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Mattarella: «Il vaccino è un dovere morale e civico»

Cronaca giovedì 21 luglio 2016 ore 16:57

Da imprenditori a boss della coca il passo è breve

Sette condanne nel processo a carico di alcuni imprenditori in crisi che avevano cercato di rifinanziare le loro aziende con un traffico di droga



FIRENZE — Da titolari di aziende tessili o di trasporti a trafficanti di cocaina che importavano la sostanza stupefacente direttamente dalla Colombia: la curiosa vicenda venne alla ribalta grazie a una indagine della Dda di Firenze che nel 2015 portò a undici arresti e che si è conclusa oggi davanti al tribunale di Firenze con sette condanne.

La pena più alta è stata inflitta a Michele Belcari, 14 anni e mezzo di reclusione: secondo gli inquirenti, sarebbe stato lui a fondare la nuova organizzazione con l'aiuto di due esponenti della mala del Brenta, Ferdinando e Gianfranco Scremin, condannati rispettivamente a otto e sette anni di detenzione. Pena analoga per l'imprenditore Donato Mecca e sette anni e quattro mesi per i 'colleghi' Mirko Vasoli ed Enzo Pascoetti. Il dipendente del porto di Livorno Carlo Scotto è stato invece condannato a sei anni.

Un ottavo complice è ancora latitante.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'anziana signora ha chiamato la centrale operativa dicendosi sola in casa, così una pattuglia è andata a trovarla e hanno fatto merenda insieme
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità