comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 20°30° 
Domani 19°32° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 02 luglio 2020
corriere tv
Muore Georg Ratzinger, fratello del Papa emerito

Attualità lunedì 23 dicembre 2019 ore 11:04

Da Galilei a Foscolo ricordati a Bellosguardo

La targa che ricorda i famosi residenti era diventata illeggibile ai passanti perché completamente ricoperta da alghe e licheni e abbandonata



FIRENZE — La targa sulla cinta della Villa dell’Ombrellino a Bellosguardo, recentemente pulita dalla ditta Nike Restauri grazie al dono di Friends of Florence è tornata leggibile. Una villa in cui hanno soggiornato personaggi famosi come Galilelo Galilei, Charles Eliot Norton, Ugo Foscolo, Florence Nightingale e Nathaniel Hawthorne per citarne alcuni. 

Da anni ormai completamente ricoperta da alghe e licheni e abbandonata, la targa era divenuta illeggibile ed era dunque venuta meno alla sua funzione principale, quella di omaggiare alcuni personaggi illustri stranieri che in passato avevano soggiornato proprio qui a Bellosguardo. Grazie al dono di Friends of Florence è stato dunque reso possibile riportare all’antica leggibilità la targa. L’intervento di pulitura è stato realizzato dalla ditta Nike Restauri ed è consistito nell'applicazione di un biocida per la rimozione delle alghe e dei licheni. In seguito è stata eseguita un'azione meccanica puntuale con spazzole e bisturi.

"La targa in Piazza di Bellosguardo è una testimonianza che ricorda numerosi personaggi famosi che hanno vissuto a Firenze nella zona di Bellosguardo - ha detto Simonetta Brandolini d’Adda Presidente dei Friends of Florence - Tutti hanno avuto Firenze nella loro anima e, con questo dono, abbiamo voluto ripristinare la targa marmorea posta in loro ricordo, che rende visibile l’amore che questi personaggi hanno avuto e che anche noi abbiamo per questa città. Ringraziamo i restauratori della ditta Nike restauri ed anche Giovanna Lori Geddes da Filicaia con il Comitato Fiorentino per il Risorgimento per l’interessamento volto a porre rimedio al degrado di questa lapide così importante per la storia di Firenze." 

La targa fu apposta sul muro di cinta della Villa dell’Ombrellino per ricordare tutti i personaggi illustri stranieri che erano passati da lì. La villa dalle origini antichissime (fu edificata nel 1372) fu dapprima proprietà della famiglia Segni, poi passò alla Contessa Teresa Spinelli Albizi che la fece ristrutturare e che fece costruire in giardino un parasole a forma di ombrello cinese, elemento che diede il nome alla villa. Nel 1874 passò allo statista Alexei Zubov mentre a inizio XX secolo fu Alice Keppel a raccoglierne l’eredità e nel 1957 la villa fu ereditata da Violet Trefusis.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca