comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 18°23° 
Domani 19°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 23 settembre 2020
Giani
863.611
 
48.62%
Ceccardi
718.605
 
40.46%
Galletti
113.692
 
6.40%
Vigni
7.664
 
0.43%
Fattori
39.667
 
2.23%
Barzanti
16.061
 
0.90%
Catello
16.992
 
0.96%
corriere tv
Referendum, Crimi: «Informazione libera da interessi privati»

Politica martedì 21 agosto 2018 ore 18:24

Crollo Genova, opposizioni all'attacco sui ponti

Sopralluogo del gruppo consiliare del M5S sui principali ponti cittadini. Forza Italia punta il dito su quello della tramvia



FIRENZE — Il crollo del ponte Morandi a Genova che ha causato la morte di 43 persone ha acceso i timori sullo stato di conservazione delle infrastrutture e, inevitabilmente, dei ponti che ogni giorno sono attraversati da importanti flussi di traffico, come quelli di Firenze. 

Nel capoluogo toscano si annuncia un rientro caldo a Palazzo Vecchio su questo fronte. La consigliera comunale del Movimento 5 Stelle Silvia Noferi ha spiegato di aver fatto un sopralluogo sui principali ponti che attraversano l'Arno e di aver "depositato quattro interrogazioni per il sindaco perché, vista la situazione, vogliamo sapere in dettaglio quando sono stati fatti gli ultimi lavori di manutenzione, quando e quali lavori sono previsti prossimamente sui ponti San Niccolò, Varlungo, Indiano e Verrazzano". 

Dall'indagine visiva condotta, ha detto Noferi è emerso che "tutti i ponti presentano evidenti segni di degrado delle strutture portanti, con i tondini di ferro arrugginiti usciti dal calcestruzzo". Da qui la domanda: "Vogliamo sapere per quale motivo si consente che il patrimonio infrastrutturale della città sia lasciato alle intemperie e all'obsolescenza senza muovere un dito. Anche per chi non è un esperto appare chiaro che sono passati decenni dall'ultima manutenzione".

Un'altra interrogazione è stata presentata invece dal consigliere di Forza Italia Jacopo Cellai che punta il dito su un ponte in particolare: quello della tramvia, uno dei più recenti. Riferendosi alla notizia su un "pilone da rifare" risalente al 2008, Cellai chiede alla giunta quale sia ad oggi lo stato del ponte, e in particolare "se sono stati effettuati interventi di consolidamento del pilone tranviario che era stato installato male, visto che l’usura si rivela uno dei maggiori rischi della solidità delle infrastrutture; in caso affermativo, chi ha effettuato gli interventi e chi sostenuto i costi; se è stata conseguita la certificazione di collaudo in termini di durabilità nel tempo; qual è la previsione di durata del ponte tranviario; se sono stati effettuati monitoraggi sull’eventuale usura causata dalla ruggine e se sono previsti periodici interventi di manutenzione". 



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità