Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:00 METEO:FIRENZE20°34°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
lunedì 15 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Chelsea-Tottenham, lite furibonda a fine match tra Conte e Tuchel

Cronaca mercoledì 26 agosto 2020 ore 18:45

Arrivano da Paesi a rischio, respinti in aeroporto

Gli agenti della Polaria al Vespucci hanno vietato l'accesso a 8 viaggiatori dopo le verifiche sugli itinerari di viaggio inseriti nella lista nera



FIRENZE — La Polaria di Firenze ha inibito l’ingresso a 8 cittadini, arrivati nello scalo fiorentino da aeroporti europei, dove avevano fatto un breve transito, ma in realtà provenienti da aree a rischio, 4 provenienti dal Brasile, 2 provenienti dal Perù, 1 dal Cile ed 1 dalla Repubblica Dominicana. Una volta individuati ed accertata la condizione di irregolarità, sono stati ricondotti, col medesimo vettore aereo, al Paese europeo di provenienza.

La polizia di Frontiera di Firenze, con gli operatori della Polaria operativi sin dall’inizio del lockdown per il contrasto alla diffusione del virus Covid-19, hanno implementato i controlli, con oltre 20.560 passeggeri identificati da Maggio ad oggi.

Vige il divieto di ingresso per coloro che giungono dai Paesi inseriti inblack list per il profilo epidemiologico: chi proviene o è transitato negli ultimi 14 giorni da Paesi con alto tasso epidemiologico, tra cui Brasile, Cile, Perù, Repubblica Dominicana, può fare ingresso in Italia soltanto se cittadino UE o familiare di cittadino UE con residenza anagrafica in Italia in data anteriore all’entrata in vigore del divieto.

La difficoltà nell’individuazione di coloro che arrivano da tali aree proibite consiste nel fatto che tali soggetti stranieri non giungono in Italia con voli diretti, ma in via indiretta facendo scalo nei principali aeroporti europei, quali Parigi ed Amsterdam. "Considerato che la circolazione delle persone all’interno dell’Area Schengen è libera, diventa alquanto arduo individuare tali soggetti una volta entrati in Europa, poiché non è previsto un controllo documentale sistematico per le frontiere interne ma soltanto un controllo di polizia a campione" è quanto spiega la polizia.

Tale difficoltà è stata fronteggiata dagli operatori di Firenze intensificando gli accertamenti sui passeggeri in arrivo dalle principali destinazioni Schengen, basando l'attività su mirata analisi del rischio delle tratte interessate da possibili tentativi di ingressi vietati, e verificando i timbri presenti sui passaporti dei passeggeri per ricostruire l’itinerario di viaggio.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'uomo aveva 56 anni. Il corpo non presenta ferite o segni di violenza così come non ci sono segni di effrazione nell'appartamento
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità