Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:37 METEO:FIRENZE12°17°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 12 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Raid su Gaza distrugge edificio di 12 piani, il momento del crollo

Attualità martedì 21 aprile 2020 ore 18:41

Covid fase 2, scaglionamenti e una nuova mobilità

Il sindaco di Firenze ha anticipato il piano per la riapertura che passa attraverso nuovi orario di lavoro e la riorganizzazione del trasporto pubblico



FIRENZE — "Dobbiamo iniziare a pensare a come sistemare le cose per poter ricominciare a “vivere” e garantire prima di tutto la salute e la sicurezza di non contagiarsi, e allo stesso tempo la sopravvivenza economica, il lavoro, senza dimenticare la gestione di bambini e ragazzi che probabilmente fino a settembre non rivedranno i banchi di scuola" con queste parole il sindaco di Firenze si è rivolto ai suoi concittadini.

Questo il piano "La mia idea è quella di ripartire gradualmente con l’apertura di fabbriche e uffici con orari scaglionati, per la mobilità incentivare ancor di più l’utilizzo della bici e del car sharing stiamo accelerando su nuove piste ciclabili, bici elettriche e uso dei monopattini, rivedere gli accordi con Ataf e Gest per rendere più efficiente il trasporto pubblico, e organizzare già da ora le attività estive dei nostri figli, ovviamente nel rispetto delle regole".

Dario Nardella ha aggiunto "Discutiamo del come, discutiamo del cosa, però dobbiamo cominciare a far ripartire il Paese. Aziende, fabbriche, scuole, nidi, negozi. Abbiamo sopportato con senso di responsabilità e convinzione questo isolamento. Adesso è arrivato il momento di fare un passo in avanti. Non è assolutamente facile ma è una fase cruciale che dobbiamo affrontare con tutto l’impegno possibile e che non va sottovalutata: perché se l’arrivo del Coronavirus è stato imprevedibile, quello che lascerà dietro di sé non lo è affatto. E a Firenze non vogliamo macerie, di alcun tipo".

Il sindaco ha ricordato infine le iniziative attivate sul territorio "Abbiamo fatto del nostro meglio per non lasciare nessuno da solo: gli aiuti concreti a chi ha perso il lavoro e alle famiglie in difficoltà, come i buoni spesa e il contributo per l’affitto, il sostegno agli immunodepressi, ai malati gravi e ai nostri anziani con spesa e medicinali a domicilio, la linea di supporto psicologico telefonico gratuito, la campagna per aprire le reti wifi e la consegna dei 280 tablet ai ragazzi senza computer per poter seguire la didattica a distanza. Infine abbiamo terminato di distribuire a tutti i cittadini quasi un milione di mascherine".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Paura e rabbia tra i residenti per il raid sulle auto in sosta nel quartiere. Le vetture sono state sventrate per asportare fari e navigatori
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità