Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:22 METEO:FIRENZE20°33°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 17 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Euro2020, paracadutista sullo stadio prima di Germania-Francia: urta un cavo e rischia finire sulle tribune

Attualità mercoledì 08 aprile 2020 ore 16:24

​Covid, dopo 24 anni posti letto a I Fraticini

In foto i reparti con i posti letto

Due reparti dell’ex Ospedale sono stati adeguati, arredati e forniti di personale per fronteggiare l’emergenza dovuta all'epidemia da Covid-19



FIRENZE — Torna operativo, dopo 24 anni, in via dei Massoni 21, il rinnovato Ospedale de I Fraticini, con i primi 60 posti letto messi a disposizione di USL Toscana Centro e AOU Careggi per ospitare pazienti Covid o con sintomatologie che prevedano un periodo di quarantena. Per gli interventi di recupero della struttura è stato utilizzato il progetto “Nuovo Fraticini” sviluppato nel 2019 che avrebbe dovuto portare nei prossimi tre anni alla riapertura di un presidio ospedaliero per media e lunga degenza. Con il contributo di Fondazione CR Firenze e della Salvatore Ferragamo Spa è stato possibile l’adeguamento del vecchio plesso ospedaliero, dismesso dall’INCRA nel 1996.

I due reparti di cure per pazienti in fase post-acuta si inseriscono nelle indicazioni date dal presidente della Regione Toscana Enrico Rossi e dall’assessore Stefania Saccardi, per sostenere il carico di accessi ospedalieri e per assicurare a ciascun paziente la struttura e le cure più idonee. Trasferendo i pazienti in fase post-acuta, infatti, si permette agli ospedali di primo intervento di concentrare le proprie risorse sui casi acuti e, al contempo, si assicura una continuità assistenziale ai pazienti trasferiti. I degenti della struttura avranno 2 medici, 15 infermieri e 14 oss dedicati alla cura dei reparti.

Ferruccio Ferragamo, presidente della Salvatore Ferragamo S.p.A.ha commentato "Con orgoglio e senso di responsabilità, la nostra azienda ha deciso di sostenere la Croce Rossa Italiana nell’intervento di ristrutturazione per far fronte all’emergenza CoViD-19”. ‘’Siamo davvero molto lieti - ha detto il Presidente di Fondazione CR Firenze Luigi Salvadori - di aver contribuito alla realizzazione di un’opera così importante che aggiunge un altro presidio a quelli già presenti sul nostro territorio per far fronte all’emergenza sanitaria’’.

CRI Toscana ha scelto di intervenire subito con l’adeguamento dei primi due reparti per riuscire a dare una risposta concreta e tempestiva all’emergenza e alle necessità della Comunità. “Speriamo che la realizzazione di questi primi sessanta posti letto costituisca un valido supporto per la Usl Toscana Centro e per l’Azienda Ospedaliero Universitaria di Careggi, i cui Direttori hanno fortemente voluto l’attivazione della nostra struttura per consentire ai cittadini di avere le migliori cure nel minor tempo possibile" ha detto infine Pasquale Morano, Direttore Sanitario della Croce Rossa.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'autista avrebbe perso il controllo del mezzo pubblico che si è schiantato contro la pedana di un ristorante distruggendola completamente
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità