QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi -1°4° 
Domani -1°3° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 12 dicembre 2019

Attualità giovedì 26 settembre 2019 ore 18:50

Cordolo, scontro politico nel Quartiere 5

Davanti ai residenti si è consumata un'accesa discussione sulla nuova viabilità, in arrivo correttivi per limitare i disagi degli utenti della strada



FIRENZE — Il Consiglio di Quartiere 5 si è occupato della nuova viabilità di via Pistoiese dopo gli interventi che hanno previsto l'inserimento del cordolo stradale. Una novità strutturale mal digerita dai residenti che avrebbero voluto mantenere la libertà di movimento e per questo hanno lanciato una raccolta firme. L'atto presentato dall'opposizione è stato cassato, è passato invece un Ordine del giorno con il voto di maggioranza e opposizione.

A raccontare cosa è accaduto tra i banchi del Consiglio, ma all'assemblea hanno preso parte molti cittadini, è stato il consigliere Matteo Chelli che ha affidato nuovamente a Facebook le riflessioni sulla nuova infrastruttura. "Insieme ai colleghi di Lega e Fratelli d’Italia - ha spiegato Chelli - avevamo presentato una mozione per richiedere che si intervenisse urgentemente al fine di mettere in atto delle modifiche al progetto che consentissero alle ambulanze e agli altri mezzi di soccorso di intervenire tempestivamente, senza rischiare di rimanere imbottigliati nel traffico. Avevamo anche chiesto di attivarsi presso l’amministrazione comunale per il recupero del progetto della famosa strada scolmatore Pistoiese - Rosselli, che avrebbe consentito di deviare una parte del traffico ora dirottato all’interno dei borghi storici con conseguente aumento di inquinamento acustico ed ambientale per i residenti, in una zona più adatta". "Il 24 settembre in Commissione Territorio, alla presenza dell’Ingegnere Carone, sono stati elencati una serie di correttivi che verranno messi in atto quali la regolazione dei tempi semaforici, lo spostamento delle fermate autobus dai tratti ad una corsia, il monitoraggio dei tempi di percorrenza e così via che condividiamo, ma che non crediamo siano, da soli, sufficienti" ha spiegato inoltre Chelli. "Una volta iniziata la discussione alla presenza di numerosi cittadini - ha aggiunto il consigliere - è stato presentato, senza alcun preavviso, un ordine del giorno firmato esclusivamente dalla maggioranza consiliare e successivamente da Sinistra Progetto Comune e Movimento Cinque Stelle che sostanzialmente impegna la presidenza a sollecitare gli interventi di cui sopra, molti dei quali già previsti. Con coerenza, pur esprimendo la nostra più totale riprovazione per il modo in cui il suddetto ordine del giorno è stato presentato, abbiamo votato a favore. La nostra mozione, come prevedibile, per ripicca politica, è stata respinta. Da chi ha pensato di poter dirottare il traffico di Via Pistoiese sulla viabilità interna dei borghi storici, infischiandosene dell’inquinamento, dell’inadeguatezza delle strade e della crescente pericolosità per residenti, pedoni e soprattutto bambini, non ci aspettavamo certo un voto a favore di una mozione che chiedeva l’immediato recupero di un progetto, tra l’altro già esistente e approvato, per la costruzione di una nuova strada Pistoiese - Rosselli" ha concluso Chelli. 



Tag

Grassi passa alla Lega, il suo intervento in Senato: "Non mi riconosco piu' nelle politiche del M5s"

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità