comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:29 METEO:FIRENZE10°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 24 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Sileri: «Piano vaccini in ritardo di 6-8 settimane»

Attualità sabato 14 maggio 2016 ore 11:04

Cioni, dopo l'assoluzione la festa al Piazzale

L'ex assessore "sceriffo"convoca il 30 maggio amici e sostenitori per festeggiare la fine della vicenda giudiziaria sull'urbanizzazione di Castello



FIRENZE — L'invito è arrivato via mail alle centinaia conoscenti, amici di lunga data e fedeli sostenitori che in questi anni lo hanno seguito (anche se solo sui social): "E se ci si incontrasse?..." l'invito lancio dall'ex assessore e vicesindaco di Firenze, Graziano Cioni, che ora dopo l'assoluzione in via definitiva sancita dalla Corte di Cassazione per le accuse di corruzione e violenza privata legate al procedimento sulla "urbanizzazione contrattata" dell'aera di Castello, vuole tornare in pubblico a festeggiare in compagnia di chi lo ha sempre sostenuto. 

E sceglie uno dei luoghi in assoluto più "in vista" di Firenze: l'appuntamento è fissato per il prossimo 30 maggio al ristorante La Loggia al Piazzale Michelangelo. "Voglio abbracciare e stringere la mano di persona a chi mi è stato vicino in questa lunga sofferenza" spiega. 

L'intento è chiaro: affermare il ritorno ad una piena "agibilità", sociale ancor prima che politica, dopo anni di gogna processuale, che hanno portato anche ad un radicale ripensamento del rapporto politica-giustizia. "Per me la legalità era un vessillo. Dopo 8 anni di processo ingiusto e un’assoluzione dico: che puttanata" ha dichiarato Cioni in una lunga intervista a Il Foglio in cui demolisce il giustizialismo a senso unico, : "La sinistra ha difeso i magistrati a prescindere dalla ragione e dal torto. Li abbiamo resi intoccabili".



Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Cronaca

Attualità