Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:01 METEO:FIRENZE13°20°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 20 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Centrodestra, il vertice tra Berlusconi, Meloni e Salvini a Villa Grande

Attualità venerdì 12 agosto 2016 ore 18:42

Ci sono i migranti e la comitiva disdice

Un gruppo statunitense di ritorno dalla Gmg ha disdetto la prenotazione temendo per la propria sicurezza. Il gestore: "Amara sorpresa"



FIRENZE — Il fatto risale al 10 agosto e riguarda una comitiva di giovani, preti e suore di ritorno dalla Polonia. 

"Per noi ha costituito amara sorpresa - scrive in una nota il presidente nazionale Aics Bruno Molea - constatare che un gruppo religioso di ben 185 giovani, preti e un gruppo di suore, tutti statunitensi, giunti a Firenze il 10 agosto e provenienti dalla Giornata Mondiale della Gioventù, abbiano deciso al loro arrivo all'ostello della gioventù Villa Camerata di revocare la propria permanenza, prenotata per tre notti".

"Il tour operator Istituto Religiosi Srl di Roma, responsabile organizzativo del viaggio - prosegue la nota - ha motivato tale revoca dichiarando che la presenza dei richiedenti asilo e protezione internazionale ha generato una percezione di paura e insicurezza nei partecipanti, tale da provocare delusione e addirittura ''non lasciare un buon ricordo'' della visita a Firenze". 

Aics e Aig aggiungono di essere "pronti a riaccogliere la comunità di religiosi: è benvenuto un ripensamento, ed è auspicabile il ritorno a Firenze per conoscere il nostro importante progetto di ''Accoglienza Solidale''".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La rimozione dell'insegna rappresenta la fine di un'epoca per generazioni di autisti e per i fiorentini che sono cresciuti a bordo degli autobus
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

CORONAVIRUS

Cronaca