QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 15°27° 
Domani 14°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 21 settembre 2019

Attualità venerdì 23 agosto 2019 ore 17:52

Centrale termica, un piano di recupero polivalente

Gli spazi della caratteristica torretta che svetta sul Parco San Donato, a Novoli, dopo il recupero architettonico strutturale, saranno messi a bando



FIRENZE — Il piano di recupero dell'ex centrale termica nell'area Fiat di Novoli è destinata ad accogliere nuovi spazi pubblici, in autunno è atteso l'esito dell'assegnazione della progettazione e l'esecuzione delle opere strutturali, poi gli spazi saranno messi a bando.

"Nuovi simboli della città" così definisce l'assessore all'Urbanistica, Cecilia del Re, i contenitori già esistenti ma vuoti che il Comune di Firenze affida a nuove funzionalità. "Non si tratta di nuove costruzioni - ha spiegato Del Re - ma, in un piano strutturale a consumo di suolo zero, sono luoghi dei nostri quartieri in cerca di nuova vita e destinati a funzioni messe a disposizione di tutta la cittadinanza. Dopo Manifattura Tabacchi, è la volta dell’ex centrale termica a Novoli, la più significativa testimonianza di archeologia industriale fiorentina, in un quartiere che - dal ponte per la tramvia, al Parco di San Donato, alle piste nuove ciclabili - sta repentinamente cambiando volto".

Nella ex centrale termica è prevista "la realizzazione di uno spazio pubblico polivalente rivolto ad ogni fascia d’eta. Con la pubblicazione della gara - in scadenza il prossimo 27 Settembre - per la progettazione ed esecuzione delle opere necessarie, abbiamo dunque dato il via al Piano che consente non solo di recuperare la ex centrale termica riappropriandosi di spazi pubblici oggi abbandonati e di conoscere una storia e architettura della nostra città forse poco conosciuta (la sala caldaie resterà inalterata), ma anche di recuperare l'area circostante puntando sulla valorizzazione degli aspetti ambientali e sulla mobilità sostenibile che ci permetterà di raggiungerla. Lo spazio per attività culturali previsto ai due piani centrali sarà poi messo a bando per l’affidamento in gestione. All’ultimo piano, sopra la copertura della centrale termica, è prevista anche la realizzazione di una terrazza pubblica per godere di una vista di Firenze da una prospettiva unica ed insolita con la possibilità di realizzare anche un locale di somministrazione".



Tag

Il premier Conte ad Atreju: «Mai frequentato il Pd e mai avuto la loro tessera»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità