QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 14° 
Domani 11°14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 29 febbraio 2020

Attualità mercoledì 15 giugno 2016 ore 18:00

​Calcio storico, biglietti finiti, scoppia il caso

Foto di: da Fb

Polemiche sui social dei cittadini rimasti esclusi dalla finale del 24 giugno: "Li hanno venduti tutti ai turisti". L'assessore Vannucci replica



FIRENZE — Ancora alta tensione per il calcio storico fiorentino. L'ultima polemica riguarda i biglietti per la finale del 24 giugno fra Bianchi e Azzurri, esauriti a tempo di record.

Moltissimi i fiorentini che, non essendo riusciti ad acquistare i biglietti, hanno manifestato il proprio disappunto sulla pagina Facebook del Calcio storico fiorentino, contestando il fatto che "la manifestazione sta diventando sempre di più un evento turistico con cui il Comune vuol fare cassa" .

Interpellato in proposito, l'assessore alle tradizioni popolari Andrea Vannucci ha spiegato come è stata gestita la vendita dei biglietti da parte del Comune. L'assessore ha voluto per prima cosa sottolineare che questa edizione 2016 ha avuto una richiesta di biglietti oltre la media: "Ci sarebbe voluto uno stadio grande il doppio o il triplo - ha detto Vannucci - o forse il quadruplo".

Sulle tribune di piazza Santa Croce entrano circa quattromila persone con lo spazio così distribuito: 1300 posti sono sulle due curve; dei restanti 2700, circa 200 sono biglietti omaggio riservati alle istituzioni, al Comune e all'autorità. Altri 100 sono riservati alla stampa e un altro centinaio non vengono venduti per lasciare spazi vuoti per motivi di sicurezza. Ne rimangono 2.300 circa da mettere in vendita e, nel caso della prossima finale, sono andati esauriti in dieci minuti, lasciando diverse persone insoddisfatte.

"Le scelte dell'amministrazione per la vendita dei biglietti delle semifinali e delle finali del calcio storico sono state tre - ha sottolineato Vannucci - La prima è stata quella di dare un diritto di prelazione ai colori per le curve. Cioè la curva bianca in prelazione ai tifosi bianchi, la azzurra agli azzurri e così via. Sono biglietti venduti a tifosi che comunque sono fiorentini".

"La seconda scelta che abbiamo fatto - ha detto ancora Vannucci - è stata quella di mettere in vendita i biglietti per la finale dopo le semifinali, per avere ben chiaro chi erano i finalisti. E così abbiamo venduto circa 750 biglietti ai Bianchi e 500 agli Azzurri".

"La terza scelta - ha chiarito Vannucci - è stata quella di mettere in vendita i biglietti della finale, solo questi e non quelli delle semifinali, prima nei punti vendita fisici e poi on line. Questo perchè sul web si possono comprare da ogni parte del mondo mentre in un circuito fisico tendenzialmente si comprano in Toscana".

Il fatto è che i biglietti sono andati a ruba in pochi minuti e alla vendita on line non sono mai arrivati.

"Nel caso della finale, abbiamo anche messo un tetto di sei biglietti per ogni acquirente, anche per evitare che gli operatori turistici ne comprassero troppi - ha concluso l'assessore - Il direttore di box office mi ha detto che in quattordici anni non aveva mai visto una cosa del genere. Il tema vero è che c'è una grande voglia di calcio storico". 

Per quanto riguarda il fenomeno dei bagarini Vannucci ha dichiarato: "Non mi risulta bagarinaggio ma se si dovessero verificare delle vendite illecite di biglietti spero che siano denunciate".

René Pierotti
© Riproduzione riservata



Zaia: «Grazie all'igiene dei veneti solo 116 positivi, i cinesi? Li abbiamo visti tutti mangiare i topi vivi»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cultura

Attualità