QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 10° 
Domani 11° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 15 dicembre 2019

Cronaca giovedì 14 novembre 2019 ore 18:40

Calci e testate agli agenti a Santa Maria Novella

Durante alcuni controlli effettuati nei pressi della stazione centrale gli agenti in servizio sono stati aggrediti con calci, pugni e testate



FIRENZE — Un poliziotto è stato raggiunto da una testata durante un controllo e sempre in seguito ad un controllo altri agenti sono stati presi a calci e pugni, entrambi gli episodi si sono verificati nei pressi della stazione di Santa Maria Novella. Confesercenti ha espresso solidarietà alle forze dell'ordine e l'associazione di categoria ha chiesto un incontro a prefetto e questore per affrontare la questione di piazza Stazione definita "non più sostenibile".

Un uomo di 40 anni del Ciad ha aggredito un agente che aveva richiesto i documenti e successivamente ha colpito anche altri poliziotti intervenuti in aiuto del collega. Gli agenti del Commissariato di San Giovanni hanno riportato una prognosi di 5 giorni per le lesioni riscontrate. 

In un'altra zona, sempre di piazza Stazione, due agenti sono stati aggrediti durante un controllo da un giovane di 21 anni del Senegal, fermato all'interno di un locale fast food che nei giorni scorsi ha ricevuto l'ordinanza di sospensione della licenza ad opera del questore di Firenze per motivi di ordine pubblico. I due agenti presi a calci e pugni hanno ricevuto una prognosi da otto a dodici giorni per le lesioni riportate.

“Quanto avvenuto nei pressi della Stazione Santa Maria Novella è gravissimo, con quattro poliziotti costretti a ricorrere alle cure mediche a seguito di un intervento di contrasto al traffico di stupefacenti” è il commento di Santino Cannamela Presidente Confesercenti Città di Firenze. “Siamo naturalmente vicini e solidali con le forze dell’ordine che cercano soltanto di fare al meglio il proprio mestiere che è quello di far rispettare la legge e contrastare i fenomeni di criminalità quotidiana come lo spaccio di stupefacenti. Certo, la situazione di piazza Stazione sta diventando insostenibile per la città: occorrono probabilmente interventi straordinari ed interforze, coordinati dalle autorità di pubblica sicurezza per debellare un fenomeno, quello dello spaccio di stupefacenti, ben radicato e certo non risolvibile (come poi dimostrato) con la chiusura temporanea di McDonald’s. Abbiamo chiesto a Prefetto e Questore un incontro per parlare, a nome delle imprese della città (anche) di questo tema: direi che a questo punto il confronto si rende ancora più urgente ed indifferibile”.   



Tag

Sardine a Roma: la vista dall'alto di piazza San Giovanni

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cronaca