QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 10° 
Domani 8° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 06 dicembre 2019

Attualità venerdì 31 maggio 2019 ore 14:25

Dalla bella riva al nuovo ponte, lamenti sull'Arno

Bellariva foto d'epoca
Foto tratta da Vecchia Firenze Mia

I residenti lungo il fiume hanno espresso molte perplessità in merito al progetto della nuova infrastruttura che servirà con la nuova tramvia



FIRENZE — La tramvia diretta verso Bagno a Ripoli dovrà attraversare l'Arno ed il progetto di risistemazione urbanistica che interesserà l'area del ponte da Verrazzano ha suscitato non pochi mal di pancia nelle settimane che hanno preceduto le elezioni amministrative. 

Molti gli interrogativi sollevati dai residenti che si sono riuniti per discutere il progetto della realizzazione di un nuovo attraversamento sull'Arno tra Bellariva e Gavinana. Il nuovo ponte tra il Lungarno Cristoforo Colombo e via Villamagna potrebbe ospitare il traffico veicolare pubblico e privato oppure la stessa tramvia.
Il sindaco Dario Nardella, mentre era impegnato nella campagna elettorale, si è soffermato ad incontrare alcuni genitori davanti alla scuola Pilati che sarà circondata dai cantieri, cercando nell'occasione di tranquillizzare gli animi garantendo la salvaguardia del plesso scolastico.

Nelle ultime ore su Facebook, nella Pagina Vecchia Firenze Mia ideata e curata da Gianni Greco, è apparsa una vecchia foto dell'area che sarà interessata dalla nuova infrastruttura e tanto è bastato per far scorrere qualche lacrima unita ad apprensione. Dall'immagine in bianco e nero si evince la derivazione del toponimo Bellariva ancora presente sullo stradario cittadino.

Nel febbraio 2018 il Consiglio comunale ha approvato una mozione per realizzare una passerella pedonale tra i parchi Albereta ed Anconella, una proposta avanzata negli anni dall’Ordine degli Architetti e degli Agronomi già prevista nel Piano Strutturale e nel Regolamento Urbanistico per creare un percorso tra le aree verdi a sud di Firenze. 
Nel corso del 2018 però si è fatta strada la necessità di prolungare il tracciato del tram verso Bagno a Ripoli ed oggi le aspettative di una passerella pedonale e ciclabile sono diventate preoccupazioni per il via vai di auto, bus e tram. 

I residenti sono preoccupati per la futura presenza dei cantieri su entrambe le sponde ma anche per l'impatto estetico ed ambientale dell'opera tra la sponda che ospita la ex residenza dei Macchiaioli, oggi resort di lusso, e quella che offre campi sportivi e spazi ludici. Altro aspetto che non fa dormire sonni tranquilli agli abitanti è la ricaduta che i cantieri avranno sulle due arterie di scorrimento poste lungo l'Arno, e per finire la riorganizzazione del traffico a regime che è destinata a stravolgere il volto delle sponde già fortemente modificate dall'evento atmosferico dell'estate 2015. 



Tag

Governo, Conte: «Per Renzi è a rischio? Lui pessimista cosmico»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Lavoro