Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:40 METEO:FIRENZE12°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
martedì 25 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Quirinale, il presidente della Camera Fico legge i risultati della prima giornata di votazioni

Attualità giovedì 18 marzo 2021 ore 18:12

​Aree cani, in arrivo nuove regole e divieti

Il vicesindaco ha raccolto le segnalazioni dei cittadini ed ha proposto di modificare il regolamento inserendo nuove regole, obblighi e divieti



FIRENZE — Il Comune di Firenze si doterà di nuove regole per gestire le aree cani: panchine, recinzioni, cartellonistica e tecniche di sfalcio dell’erba compatibili con la presenza degli animali oltre ad imporre l'obbligo di accompagnare il proprio animale all’interno dello spazio e chiudere il cancello, di avere l'attrezzatura idonea alle deiezioni e il guinzaglio o museruola nel caso si verifichi la necessità di utilizzarli. 

La proposta è stata illustrata dalla vicesindaca con delega al decoro urbano, Alessia Bettini che negli ultimi giorni ha incontrato alcuni Comitati di cittadini recependone le segnalazioni. Bettini ha spiegato "L’esigenza è quella di codificare con chiarezza le caratteristiche di questi spazi e le regole da seguire per frequentarli correttamente. Vogliamo incentivare i cittadini a prendersi cura delle aree cani, pensiamo alla collaborazione con Enpa e Ata-pc che ci consente di monitorare al meglio le situazioni più problematiche e ancora a altre aree per cui associazioni di cittadini ci hanno dato la disponibilità a mettersi in campo”. Simone Scavullo portavoce del Comitato Cittadini per Firenze che da mesi segue la situazione dell'area cani di piazza D'Azeglio (vedere articoli collegati) ha commentato "Per noi è una splendida notizia speriamo di dare una svolta alla organizzazione delle aree cani e alla mancanza di regole per le quali occorreranno poi controlli e sanzioni. Abbiamo chiesto anche la disponibilità di alcuni spazi per poter essere presenti e attivi all'interno del giardino". 

Tre nuovi articoli, 23bis/ter/quater/quinquies, includeranno prescrizioni sulle caratteristiche delle aree cani e sulla loro manutenzione da parte dell’amministrazione, obblighi e divieti per chi ne fruisce, la possibilità di stipulare convenzioni e accordi per la loro gestione e manutenzione con associazioni, nonché indicazioni sull’attività di vigilanza e le sanzioni. 

La funzione di vigilanza, nel caso delle aree cani, oltre alla municipale, viene svolta anche da guardie zoofile, grazie alla convenzione con due associazioni che ne sono dotate, Enpa e Ata-pc, sulla base di un protocollo stipulato dall’amministrazione con la prefettura nel 2020 e rinnovato nel 2021.

Ecco, in sintesi i contenuti della proposta.

La presenza di panchine, di un cancelletto pedonale per consentire apertura e chiusura e di una rete, di cestini per raccolta rifiuti. L'Amministrazione si farà carico dello svuotamento periodico dei cestini, della pulizia dell'area, della sua eventuale disinfestazione e disinfezione, della cura e potatura delle alberature e delle siepi, del taglio dell'erba che verrà fatta preferibilmente con la tecnica che prevede di sminuzzare il più possibile i fili d’erba, al fine di ridurre i possibili danni agli animali che usufruiscono delle aree, in particolare relativi alla problematica dei forasacchi nel naso dei cani che è particolarmente sentita. Per questo e in generale per la manutenzione delle aree l’amministrazione può avvalersi della collaborazione di associazioni cinofile. 

Si passa poi agli obblighi da rispettare per i proprietari di cani che devono accedere con il proprio animale all’interno delle aree cani, muniti di guinzaglio e di idonea museruola per poter nel caso trattenere l’animale qualora se ne verifichi la necessità e di attrezzatura idonea alla raccolta delle deiezioni solide, e richiudere immediatamente il cancello dopo il loro ingresso assicurandosi resti sempre chiuso. 

E ai divieti, come quello di lasciare a terra rifiuti, di disturbare la quiete pubblica, o introdurre biciclette o mezzi motorizzati all’interno dell’area o, ancora, il divieto di accesso ai cani femmina durante il periodo di calore, a cani non vaccinati o che non abbiano eseguito profilassi contro la rabbia. La funzione di vigilanza sul corretto utilizzo delle aree per cani è svolta dalla municipale e dalle guardie zoofile.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il ragazzo è ricoverato in gravi condizioni all'ospedale di Careggi. Si è introdotto nell'area dell'istituto di notte, con un amico
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Chi mette al centro la persona

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca