Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:FIRENZE17°31°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 26 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Conference League alla Roma, Pellegrini alza la coppa ed è trionfo

Attualità sabato 22 gennaio 2022 ore 16:59

Tensioni sociali in aumento, effetto Covid

aula di tribunale vuota

Il trend è emerso oggi in occasione dell'apertura dell'anno giudiziario al palazzo di giustizia e riguarda in particolare giovani e famiglie



FIRENZE — In una realtà che vede la criminalità scegliere in via sempre più stabile il territorio toscano, a preoccupare sono le morti sul lavoro ma anche le tensioni sociali acuite dal Covid-19 in particolare in ambito familiare e tra i giovani: è quanto emerso oggi in occasione dell'apertura dell'anno giudiziario 2022 a Firenze.

La cerimonia si è celebrata nell'aula 32 del palazzo di giustizia fiorentino alla presenza del vicepresidente del Consiglio superiore della magistratura David Ermini, del presidente della Corte d'Appello di Firenze Alessandro Nencini, del procuratore generale Marcello Viola, del capo Dipartimento giustizia minorile e di comunità Gemma Tuccillo e del presidente consiglio Ordine degli Avvocati Firenze Giampiero Cassi.

Se l'universo giudiziario lancia un grido d'allarme sulle carenze d'organico da cui è piegato, lo sguardo alla società attesta l'incremento significativo delle controversie in ambito familiare. La tendenza all'aumento dei reati tra le mura domestiche va di pari passo con l'incremento numerico dei delitti contro la libertà sessuale, di genere e contro i più deboli. L'emersione di questo tipo di episodi è favorita oggi da una maggior consapevolezza e dalla capillarizzazione della rete di sostegno alle vittime. 

Preoccupazione desta in particolare il disagio giovanile. Il consumo di droghe e l'abuso di alcol si fanno più diffusi e massicci, nel mentre si evidenziano fenomeni di devianza minorile legati in particolare alle baby gang, con gruppi di ragazzi che si fronteggiano l'un l'altro soprattutto in ambito scolastico, dove le condotte si configurano spesso come episodi di bullismo e cyberbullismo.

Sì perché complice la spinta ricevuta dalle fasi di lockdown il web riveste un ruolo di sempre maggior rilievo sia nelle dinamiche criminali, non solo giovanili, che come spazio in cui si integrano i reati. Le attività illecite hanno in parte cambiato pelle, e mentre tra i ragazzi internet è divenuto spesso luogo di pratiche di bullismo, più in generale sono le transazioni commerciali a risultare via via sempre più viziate da tentativi criminosi.

Un focus a parte è stato aperto circa le morti sul lavoro, ricordando il decesso in un'azienda tessile a Prato della mamma operaia di 22 anni Luana D'Orazio, risucchiata dai rulli del macchinario a cui lavorava il 3 Maggio 2021. I numeri sono da emergenza. E per invertire la rotta la sola attività repressiva potrebbe non essere sufficiente.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Strada chiusa e viabilità alternativa per consentire le operazioni di smontaggio del macchinario che è stato utilizzato per un recupero edilizio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità