Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:09 METEO:FIRENZE14°26°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 22 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Afghanistan e Libia: tutte le armi in mano ai terroristi islamici. Come possono usarle

Attualità mercoledì 30 giugno 2021 ore 14:38

Anffas si riorganizza per le attività post Covid

L'assemblea dei soci ha approvato all'unanimità il bilancio consuntivo ed ha presentato nuovi progetti ed interventi strutturali per il post pandemia



FIRENZE — Si è tenuta l'assemblea dei soci Anffas di Firenze che ha approvato il bilancio 2020 ed ha messo all'ordine del giorno l'annuncio di tre progetti e la presentazione di alcuni importanti interventi strutturali già realizzati e del nuovo progetto bambini.

Il presidente di Anffas Firenze, Paolo Rastrelli, ha ricordato i progetti recentemente concretizzati: il primo è la copertura della terrazza del bar, un intervento davvero pregevole e riqualificante, possibile grazie alla partecipazione ad un bando della Fondazione Carifi e, per la pedana esterna, grazie al contributo di Giorgio Fiorenza. La stessa Fondazione ha poi parzialmente contribuito alla ristrutturazione dello spazio caminetto, un luogo ad alto valore simbolico e riabilitativo, molto amato ed ambito dagli ospiti.

La chiusura del centro, dal 18 Marzo all’8 Giugno, ha comportato una riduzione delle rette convenzionate erogate dalla USL pari a circa il 25% "Allo stesso tempo - ha spiegato il centro in una nota - la USL ha parzialmente rimborsato i costi incomprimibili e le attività domiciliari sostenute nel periodo. Grazie all’intervento della Società della Salute è stato possibile coprire i maggiori costi e le minori entrate ricevendo un contributo importante a fronte della rendicontazione delle manutenzioni, prevalentemente idrauliche, eseguite per adeguare i locali alle nuove prescrizioni e dei maggiori costi sostenuti per il personale ed i mezzi di trasporto. E' stata infine ripresa la raccolta delle olive, mentre la vigna di San Giovanni è stata affidata ad un imprenditore agricolo professionale perché ne garantisca la sua manutenzione e cura".

"Le condizioni igienico sanitarie e gli standard di sicurezza - è quanto reso noto dall'associazione - nonostante una tempestiva e accurata ricerca di strutture idonee, non ci hanno permesso di attivare i soggiorni estivi; si è deciso, come già nel 2020, di mantenere aperti il centro diurno e le comunità alloggio anche nel mese di Agosto. In questo periodo il piano estivo, sia per il centro che per le comunità alloggio, prevede un incremento delle iniziative ludiche e ricreative, compatibilmente con la gestione dell’emergenza sanitaria. Si utilizzeranno quindi tutte le aree interne attrezzate come la piscina, il caminetto, le verande coperte, la terrazza del “bar” e tutti gli spazi adatti a questo uso del nostro Centro di riabilitazione. Non si potrà purtroppo partecipare, come in passato, a feste, sagre, mercati, a meno che non vi sia la garanzia di uno scarso assembramento. Si potranno però sicuramente organizzare gite in località collinari vicine, ma anche in località più distanti, in piccoli gruppi e rispettando il criterio di compartimentazione fin qui osservato.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
E' la domanda presentata al Consiglio comunale che ha discusso l'argomento sul divieto di sosta e la rimozione in occasione del servizio di pulizia
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Riccardo Ferrucci

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Cronaca