Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:FIRENZE10°20°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 28 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Draghi: «Approvata legge di bilancio in Cdm, c'è stato applauso. Soddisfatti del provvedimento»

Attualità giovedì 09 maggio 2019 ore 10:25

Scuola, concluso il gemellaggio Elba-Firenze

Gli studenti in visita alle miniere di Rio

Gli studenti fiorentini gemellati con il "Foresi" sono stati accolti all'Elba. Report della tre giorni elbana attorno all'erbario Pavolini



PORTOFERRAIO — Si è concluso ieri, mercoledì 8 Maggio, con l’escursione nel Parco Minerario di Rio Marina, il gemellaggio tra la 3 A del Liceo scientifico Foresi di Portoferraio e la 3 B del Liceo Leonardo Da Vinci di Firenze. Nel pomeriggio i ragazzi fiorentini sono ripartiti per tornare nella loro città.

Il gemellaggio era iniziato lunedì scorso: gli ospiti sono stati accolti nella sede del Grigolo del Foresi, con un rinfresco preparato e servito dai docenti e dagli alunni dell’istituto alberghiero. Successivamente è stata proposta una performance di danza e teatro, realizzata dal gruppo teatrale “Le Perle dell’Arcipelago”, guidato dalla professoressa Chirici e fiore all’occhiello dell’istituto elbano.

La mostra dell'erbario allestita al Foresi

Nel pomeriggio gli alunni elbani hanno guidato i loro compagni alla scoperta del Forte Falcone, fornendo loro informazioni sulla Portoferraio medicea e napoleonica e su tutti i particolari dello splendido panorama, che dalla fortificazione si apre sull’Arcipelago e sulle coste della Toscana e della Corsica.

Nella giornata centrale, martedì 7 Maggio, è stata allestita la mostra dello storico erbario di Angiolo Ferdinando Pavolini, naturalista livornese, che, ancora ragazzo, tra la fine dell’800 e l’inizio del ‘900, ha raccolto esemplari botanici in giro per la sua amata Elba. La preziosa collezione è stata ritrovata nel laboratorio del Liceo “Da Vinci” di Firenze ed è stata catalogata interamente dal professor Alessandro Fei e dai sui alunni. 

La mostra si è aperta alle ore 10, alla presenza del dirigente Scolastico, professor Enzo Giorgio Fazio e del Presidente del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, dottor Maurizio Burlando. Fazio ha sottolineato l’utilità di iniziative come questa, basate sulla sinergia e sulla collaborazione tra i vari soggetti del territorio e finalizzate a valorizzare non solo la centralità dell’alunno e dell’apprendimento che parte da situazioni reali di lavoro, ma anche – come ha ribadito Burlando - l’importanza di diffondere la cultura della tutela ambientale, specialmente all’interno del contesto dell’Arcipelago Toscano, famoso scrigno di biodiversità animale e vegetale.

"La mattinata – racconta Francesca Garfagnoli, docente elbana referente del progetto - si è svolta in un clima vivace e attivo, con la partecipazione di diversi gruppi di alunni provenienti dalle scuole medie, dall’Istituto Cerboni e dal Foresi stesso. I ragazzi e i loro docenti sono stati divisi in piccoli gruppi e assegnati ai tutor, scelti tra gli alunni curatori dell’erbario, che hanno spiegato le peculiarità degli esemplari botanici in esposizione. Inoltre, in un’area a parte, è stata proiettata una presentazione relativa alla storia dell’erbario e del lungo lavoro, iniziato quasi due anni fa, fatto su di esso nell’ambito dell’alternanza scuola lavoro".

Al termine di questo breve ma intenso programma di attività, i ragazzi si sono salutati, pronti a rituffarsi nella frenetica routine di compiti e interrogazioni, stanchi ma arricchiti da un splendida esperienza di amicizia, ospitalità e collaborazione.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il rinnovo automatico riguarda gli stalli nelle zone blu promiscue di Zcs. Ecco fino a quando rimangono validi i permessi e che fare se si cambia casa
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca