Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:16 METEO:FIRENZE19°40°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 26 giugno 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Missili su Kiev, il sindaco: «Persone intrappolate sotto le macerie»

Imprese & Professioni venerdì 01 giugno 2018 ore 10:29

Come proteggere al meglio le vostre criptovalute?

Anche a Firenze aumentano in modo esponenziale convegni, dibattiti e workshop per capire meglio rischi, vantaggi e utilizzo delle monete virtuali.



FIRENZE — Le criptovalute sono oggi uno dei metodi più efficaci e rapidi per accumulare un capitale importante, ma fin troppi novizi traders si sono lanciati in questo mercato senza possedere le necessarie competenze in fatto di tecnologia. Le criptovalute sono e restano, infatti, un investimento estremamente volatile ed intimamente connesso con quello che è il mondo dell’online, di internet e della tecnologia digitale più in generale. Di conseguenza è necessario prendere delle precauzioni per proteggere un eventuale patrimonio virtuale, per evitare che il primo malintenzionato ci metta le mani su e ve lo porti via.

Per dirla in termini più semplici, lascereste mai i vostri tanto sudati risparmi nascosti dentro il materasso o sotto un mattone? Ovviamente no, tutti li depositano in banca ormai, ed è ovvio che sia così, visto che è il modo più semplice ed efficace per proteggerli. Internet è piena di “ladri virtuali”, hackers pronti a derubarvi allo stesso modo in cui un ladro comune verrebbe a svaligiarvi casa alla prima opportunità. Il prezzo degli XRP sul mercato corrente , giusto per fare un esempio, è in rapida ascesa, e proteggere il vostro patrimonio in criptovalute è importante ora più che mai. In questo articolo vi daremo dei semplici consigli per proteggere in modo efficace le vostre criptovalute.

Tieni sicure le tue informazioni personali

Che ci crediate o no, il metodo più semplice che hanno gli hackers di violare i vostri account è quello non di rubare le vostre informazioni personali, ma di chiedervele direttamente. Avete presente quelle simpatiche immagini che condividete su Facebook o Instagram con su disegnato un cagnolino e poi la domanda “qual è il nome del tuo animale domestico? Scrivi e condividi”. Ecco, considerato che la domanda di sicurezza di moltissimi account è “il nome del mio animale domestico” dovreste arrivarci da soli al perché queste “catene di Sant’Antonio” continuano a girare sui social.

Non conservare tutte le tue criptovalute su un unico computer

Perchè se lo perdete l’intero vostro patrimonio andrà in fumo tutto in una volta… è abbastanza ovvio no? Sicuramente conservare parte della vostra criptovaluta su un portafoglio virtuale è un’ottima soluzione, ma potrebbe non bastare. In ogni caso, qualora decidiate di conservare le vostre monete su un supporto fisico, preferite ad un laptop o ad un PC altri tipi di devices rimuovibili e criptati, come una pendrive on un hard disk removibile. Ovviamente questi dispositivi andranno protetti e conservati, ad esempio in banca o in una cassaforte.

Fate un backup di tutti i vostri dati

Anche il migliore di tutti i piani può sempre fallire. Un backup di tutti gli elementi correlate alle vostre criptovalute può salvarvi da situazioni potenzialmente disastrose. Salvate tutto ciò che vi occorre (PIN, criptovalute, chiavi private, seed) in un paio di drive criptati, ben nascosti, possibilmente dividendo tutti i dati in due, in modo che sia necessario averli entrambi per poterli utilizzare.

Usate più fattori di autenticazione

Ogni volta che effettuate scambi o transazioni con le vostre criptovalute, utilizzate sempre e comunque fattori di autenticazione multipli per avere conferma (ad esempio mail, cellulare, SMS, password, ecc.). In questo modo, anche quando un eventuale hacker vi avrà rubato la password, non potrà avervi fisicamente rubato lo smartphone, e in caso di transazione sospetta potrete bloccarla immediatamente.

Controllate sempre i software installati sul vostro PC

Avete un buon antivirus che vi protegge durante la navigazione? Se la risposta prevede l’uso di un antivirus gratuito, bene, è quella sbagliata. Per transazioni così delicate è necessario avere standard di sicurezza ben più alti, e lo stesso deve valere per le pratiche “igieniche” del vostro computer. Non installate app che non conoscete, se notate software sospetti presenti sulla vostra barra rapida o sul vostro desktop disinstallateli, e non aprite mail di cui non conoscete il mittente. E, ovviamente, tenete sempre aggiornati tutti i drivers delle vostre periferiche (webcam, microfono, stampante, ecc.) che rappresentano un punto d’accesso molto vulnerabile in qualsiasi computer.

Conclusione

Oggi più che mai l’idea di investire nelle criptovalute è una scelta saggia. Più tempo passa e più difficile sarà ritagliarvi anche voi un piccolo spazio in questo mercato in così rapida espansione. Ma è ancora possibile farlo, posto però che si abbia l’accortezza e l’oculatezza di proteggere i propri risparmi in modo adeguato.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Paura per un ragazzo di 17 anni aggredito in strada e ferito a una gamba con un coltello da cucina. Indaga la polizia
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Lavoro